Niente escargot, Florenzi preferisce ancora la Carbonara

L’esperienza parigina di Alessandro Florenzi non ha cambiato le sue abitudini, beccato a cena preferisce puntarelle e carbonara

Florenzi
Spaghetti alla Carbonara (Ansa)

Alessandro Florenzi è uno dei fortunati a cui Mancini ha evitato l’inutile incontro con la Turchia, tornato a casa con qualche giorno di riposo ha deciso di concedersi uno ‘strappo alla regola’ in un ristorante romano di via di Ripetta nel cuore della Capitale. Evidentemente anche per Florenzi non c’è nulla di meglio di una bella mangiata per affogare i dispiaceri, da qui in avanti le occasioni di svago saranno ben poche in vista del rush finale del suo Milan verso l’obiettivo scudetto.

Alessandro Florenzi a Roma per dimenticare la disfatta nazionale, puntarelle e Carbonara, e ovviamente nessuna Macedonia

Florenzi
Alessandro Florenzi (Ansa)

Alessandro florenzi è uno dei partecipanti attivi alla disfatta di Palermo contro la Macedonia del Nord, anche uno dei giocatori più attaccati alla maglia della nazionale e sicuramente avrebbe preferito trovarsi altrove e non a Roma in questo momento, ma la sorte ha voluto cosi e quindi come quasi tutte le persone comuni ha deciso di affogare i suoi dispiaceri in un abbondante piatto di carbonara.

Potrebbe interessarti anche >>> Manchester United, Rooney e Cristiano ancora in goal insieme

Probabilmente una delle ultime sere cosi spensierate, infatti gli impegni con il suo Milan cominceranno presto e sarà necessario avere la forma migliore sia mentalmente che fisicamente, dopo il rush finale verso lo scudetto ci si potrà soffermare a pensare anche al proprio futuro.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Lazio: Asse caldo Italia-Inghilterra, pronto lo scambio

Il Milan sembra interessato ad acquistare le prestazione del ragazzo a titolo definitivo, un importantissimo capitolo della sua storia, la Roma, verrà quindi accantonato questa volta per sempre per passare ad un finale di carriera evidentemente molto diverso da come lo avrebbe immaginato. Sguardo fisso in avanti quindi, ed un grande in bocca al lupo ad un ragazzo che ha dimostrato nella sua lunga carriera di meritarsi il meglio.