Tre big su Milinkovic Savic, ecco dove giocherà dopo la Lazio

 

 

L’abbandono di Milinkovic Savic a fine stagione sembra ormai sicuro, tre importanti squadre sono pronte a tesserare il fuoriclasse biancoceleste

savic lazio
Milinkovic Savic (Ansa)

La Lazio di Maurizio Sarri avrà bisogno di grosse riforme per adeguarsi al gioco del suo tecnico, tra i tanti addii annunciati a parametro zero servirà incassare per poter operare sul mercato e Savic è l’unico giocatore che può garantire introiti importanti.

Pronta l’asta per Milinkovic Savic, 3 big a caccia del centrocampista

savic lazio
Milinkovic Savic (Ansa)

Sarà sicuramente Milinkovic Savic la pedina di scambio per costruire la Lazio del prossimo anno a meno che non si raggiunga il quarto posto, cosa che al momento è poco meno di un sogno, serviranno quindi gli 80 milioni che tre grandi club sarebbero pronti a mettere sul piatto per comprare le prestazioni del serbo.

Potrebbe interessarti anche >>> Maurizio sarri sotto accusa, potrebbe essere lui il male della Lazio?

Primo tra tutti come sempre il Paris Saint Germain, per i francesi è pronta la rivoluzione e Savic sarebbe l’uomo designato per affiancare Verratti a centrocampo. Anche la Juventus può dire la sua, dopo tanti anni in Italia il Serbo gradirebbe la destinazione, inoltre i bianconeri saranno orfani del loro numero 10 e un rimpiazzo di questo livello farebbe di certo contento Allegri e i tifosi.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Lazio, adesso ufficiale l’addio di un altro giocatore chiave

Per quanto riguarda la destinazione in Premier League le piste portano tutte a Manchester sponda United, Pogba lascerà il posto da svincolato a giugno e Milinkovic Savic rappresenterebbe un sostituto quasi perfetto per accontentare tutti.

Sara felice senza dubbio Claudio Lotito, che in caso di asta non avrà problemi a monetizzare la cifra richiesta, il presidente non vorrebbe scendere assolutamente sotto i 70-80 milioni ma in mancanza di offerte sarebbe disposto a trattare perché ad oggi la partenza del Sergente rappresenta l’unica possibilità per poter ricostruire una Lazio in grado di competere per lo meno al raggiungimento della zona Champions.