Lazio-Roma, eclatante gesto di Mourinho verso la curva

La Roma porta a casa il derby, Mourinho non contento dei tifosi zittisce la curva, ecco le motivazioni

derby Roma
Josè Mourinho (Foto Instagram)

Una partita indimenticabile quella di ieri per le tifoserie della Capitale, non di certo ricordi positivi per entrambe, questa volta festeggia la Roma di José Mourinho per una vittoria secca e senza sbavature, un episodio ha però lasciato la tifoseria giallorossa interdetta.

Mourinho zittisce la curva, “non volevo che i giocatori pensassero che la partita fosse terminata”

derby Roma
Smalling-Pellegrini-Abraham (Ansa)

La Roma subito a segno dopo un minuto di gioco, la Lazio praticamente mai in campo soprattutto nel primo tempo che finisce 3-0 per i capitolini, squadra in pieno controllo e Mourinho sempre attento ai particolari ha dimostrato di non lasciare nulla al caso.

Potrebbe interessarti anche >>> Il derby è della Roma, Mourinho critico verso la stampa a fine gara

Entrata in campo nel secondo tempo con un ampio margine di vantaggio la Roma ha tuttavia dimostrato di avere il controllo rischiando addirittura il 4a0 con Abraham che si divora il goal valido per la tripletta personale, i tifosi hanno letto il momento positivo cominciando un coro di “Olè” atto a deridere i tifosi avversari, Mourinho non ci sta e con dito inquisitore ha esortato il suo pubblico a terminare il coro, la spiegazione è avvenuta a fine partita.

Potrebbe interessarti anche >>> Messaggio chiaro di Lotito, si ripartirà dall’allenatore, pronto il rinnovo

Proprio nell’intervista post gara non è potuta mancare la domanda sul perché dell’intervento dello Special One verso i tifosi, il mister ha risposto cosi: “Non volevo che i miei giocatori pensassero di aver già vinto la partita, inoltre bisogna avere sempre rispetto per l’avversario”.

Probabilmente ancora scottato dalla remuntada della Juventus nell’ultimo incrocio ,quando la Roma proprio in vantaggio, con 3 goal messi a segno, si è vista rimontare e superare dalla squadra di Allegri. Mourinho ha comunque dimostrato ancora una volta la grande professionalità, un attenzione ai dettagli ed una dimostrazione di rispetto per l’avversario che solo i grandi allenatori come lui possono vantare.