Rissa negli spogliatoi del PSG, insopportabile la sconfitta in Champions

Scontro ravvicinato tra i due compagni di squadra nel dopogara, il PSG dei campioni continua ad essere un flop

PSG Real Champions
PSG-Real Madrid (Ansa)

Sembra non esserci rimedio per la squadra di Pochettino, non c’è squadra al mondo con una rosa come la sua, eppure fuori dalle mura di casa il PSG non riesce ad imporsi, nemmeno con il Real Madrid all’apparenza più debole degli ultimi anni. E’ cosi che l’atmosfera si è scaldata a tal punto che è scattata la rissa tra i due compagni di squadra, è stato necessario intervenire per riportare la calma.

Rissa negli spogliatoi tra Neymar e Donnarumma, necessario l’intervento dei compagni per dividerli

PSG Real Champions
Gianluigi Donnarumma (Ansa)

Il Paris Saint Germain è fuori dalla Champions, dopo la partita di andata contro il Real Madrid portata a casa per 0-1 grazie allo strepitoso goal di Mbappè, nel ritorno non basta il vantaggio ottenuto nel primo tempo, nel recupero il Real porta a compimento la remuntada, partita finita 3-1, la squadra di Pochettino ancora una volta fuori agli ottavi, la tensione è alle stelle, la sconfitta non è digerita nemmeno dal presidente Nasser al-Khelaifi, che si lascia andare ad un pesante sfogo minacciando l’arbitro a fine gara.

Potrebbe interessarti anche >>> Real Madrid-PSG pagelle e tabellino. Clamoroso Benzema, con tre gol ribalta la partita e regala la qualificazione agli spagnoli

Una brutta partita per Gigio Donnarumma, sua la colpa del goal che ha dato inizio alla remuntada, disimpegno sbagliato e Benzema che non si lascia sfuggire l’occasione, la cosa sembra non essere stata digerita da Neymar Jr, come riporta il quotidiano spagnolo Marca, dopo l’uscita dal campo il brasiliano avrebbe incolpato apertamente il portiere per la sconfitta, gli animi si sono scaldati e i due sarebbero arrivati allo scontro fisico senza il tempestivo intervento dei compagni.

Potrebbe interessarti anche >>> Stangata Champions League per la Juventus: fuori dalla competizione per i prossimi anni

L’episodio avvenuto dopo la partita sottolinea una situazione che ormai sembra chiara agli occhi di tutti, il calcio è un gioco di squadra, ed anche se il PSG continuasse a comprare ogni singolo campione emergente al mondo, questo non garantirebbe i risultati, forse proprio le troppe personalità forti in squadra, pongono la rosa sotto continui conflitti interni che si ripercuotono inevitabilmente sulle prestazioni in campo.

Anche i tifosi parigini sono giunti alla conclusione che la società debba cambiare rotta, è la prima volta infatti che una tifoseria si rende protagonista di una protesta contro l’acquisto di ulteriori campioni, l’ultima partita è la dimostrazione che avevano ragione, e che il calcio può regalare emozioni che non si possono sempre comprare con i soldi.