F1, cancellato il GP di Russia: le tre alternative per sostituire Sochi

F1, cancellato dal calendario il GP di Russia: la Federazione sta già osservando le alternative, un circuito storico è in pole!

GP RUSSIA Alternative F1
F1, GP Russia (Foto ANSA)

Come ormai ben tutti sanno, la F1 ha deciso di cancellare dal calendario 2022 il Gran Premio di Sochi a causa di quello che sta succedendo tra Russia e Ucraina. Il mondo dello sport ha dato un segnale e anche una delle più popolari categorie del Motosport ha preso posizione. “Nella serata di giovedì, la Formula 1, la FIA e tutti i team hanno discusso la posizione del nostro sport. La conclusione a cui si è giunti è che è impossibile disputare il Gran Premio di Sochi in Russia nelle condizioni attuali“: questo il comunicato ufficiale apparso qualche giorno fa.

Diversi piloti, già prima del comunicato, avevano svelato la propria posizione (di non correre sul circuito russo). A questo punto, la Federazione deve trovare un nuovo circuito per sostituire il weekend di gara previsto a settembre sul Mar Nero. Le alternative sul tavolo sono diverse.

F1, le alternative per sostituire il GP di Russia

Test F1 Ferrari Leclerc
La Ferrari di Charles Leclerc (Foto ANSA di Garcia)

La stagione 2022 di Formula 1 prevedeva inizialmente la cifra record di 23 Gran Premi da disputare. Con il taglio del GP di Russia, i weekend di gara sono diventati 22. Secondo le ultime indiscrezioni, la Federazione sta già osservando le possibili alternative. Sul tavolo ci sono tre idee particolari. La soluzione più plausibile è rappresentata dal Gran Premio di Portogallo: Portimao, d’altronde, ha ospitato la F1 in queste due annate Covid alquanto dure. Il responsabile del circuito ha confermato le trattative, ma c’è un problema logistico: si dovrebbero cambiare le date dal momento che la gara di Sochi era in back-to-back con quella di Singapore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Test F1, Day-2: la Ferrari fa sognare i tifosi, problemi per diversi team

Le altre alternative sono rappresentate da Turchia e Qatar: il circuito che ha fatto tanto discutere nel corso della stagione 2021 rientrerà nuovamente in programma nel 2023 (per dieci anni), ma non è escluso un suo rientro nel Mondiale attuale. Si attendono sviluppi, anche se dalla Russia fanno sapere che sperano ancora di rientrare in calendario.