Alessio Lisci, dal Guidonia in Serie D al trionfo del Wanda Metropolitano

Con un gol di Gonzalo Melero al minuto 54 il Levante, guidato da Alessio Lisci, ha espugnato il Wanda Metropolitano, il feudo dell’Atletico Madrid

Alessio Lisci Levante
Alessio Lisci Levante (Foto Getty)

Quella che vi stiamo per raccontare è una storia incredibile, una storia di Passione, di competenza ma, anche, di tanta, tantissima gavetta e sacrificio. Parliamo della storia di Alessio Lisci, allenatore Uefa A, nato a Roma il 4 novembre 1985 e diventato nella stagione 2021-2022, al pari di Carlo Ancelotti, un tecnico della Liga di Spagna.

Un tecnico che, nonostante la disparità di mezzi economici e tecnici, mercoledì 16 febbraio si è tolto la grandissima soddisfazione di espugnare il Wanda Metropolitano, lo stadio dell’Atletico Madrid di Diego Simeone.

—>>> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Incredibile Carlo Ancelotti: “Non può allenare”, il retroscena

Partiamo dalla fine della storia. Il Levante è la forza meno solida della Liga 2021-2022. La squadra di Valencia, nella massima divisione spagnola dal 2017, è ultima in classifica con 14 punti frutto di 2 vittorie, 8 pareggi e 14 sconfitte.

Un ruolino non esaltante ma prevedibile già a inizio stagione quando il Levante affida la panchina all’allenatore della Juvenil Alessio Lisci.

Alessio Lisci, dalla Serie D al Wanda Metropolitano

Atletico Madrid-Levante
Atletico Madrid-Levante (Foto Getty)

Il progetto è chiaro, la salvezza sarà complicatissima ma togliamoci qualche soddisfazione e lanciamo giovani utili ad avviare il prossimo ciclo. Lisci accetta ed esegue il mandato alla perfezione dando fiducia a De Frutos, Papelu, Dani Gomez e soprattutto al portiere Dani Cardenas di cui si parla un gran bene.

Del resto Alessio Lisci con i giovani ci ha sempre lavorato e ci sa fare. Incredibile in tal senso la sua storia sportiva iniziata nella Promozione laziale e poi nella Serie D italiana con il Guidonia dove vive la sua carriera di calciatore e di “allenatore in campo”.

Una storia passata poi per i Giovanissimi e gli Esordienti della Lazio di Claudio Lotito e sviluppata in pieno in Spagna dove il Levante gli offre nel 2011 la panchina degli Alevin D, letteralmente i novellini l’equivalente dei nostri “Pulcini”.

—>>> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Calciomercato, in arrivo in Italia il grande campione di Chelsea e Atletico Madrid

Poi in sequenza Lisci allena gli Infantil E nel 2012-2013, l’Infantil C nel 2013-2014, la Juvenil B nel 2017-2018 ed infine la Juvenil A, la nostra Primavera. In estate il primo salto su una panchina dei grandi, un salto che a 36 anni ha tutta l’aria di essere solo l’inizio di una carriera importante. A Madrid ne sanno già qualcosa.