Home Calcio Siniša Mihajlović, dalle serrande rotte alla salvezza bolognese

Siniša Mihajlović, dalle serrande rotte alla salvezza bolognese

CONDIVIDI

Bologna Mihajlovic

Mihajlovic, da Novi Sad a Bologna

Prima di tutto la pronuncia, e chi vi scrive tiene conservata in una piccola ampolla la sabbia del salto in lungo della pista d’atletica dello stadio Marakana di Belgrado!

Si legge e si dice: SINISCIA MIKAILOVIC

La sua prima squadra è stata il Vojvodina della città serba di Novi Sad che in italiano significa nuovo giardino. La stessa città che ha dato i natali a Boskov, eroe della Samp che definiva gli sloveni solo dei boscaioli…

Madre croata e padre serbo, il classe 1969 Sinisa da ragazzino rompeva spesso la serranda del garage di famiglia e i suoi genitori dovevano sistemarla o cambiarla ogni anno. Il suo tiro era potente e preciso. Un dono naturale migliorato ancor di più da allenamento costante senza sosta. La finale di Bari del 1991 resta una delle partite più noiose e bloccate della storia della Coppa dei Campioni. La posta in palio era enorme. Nessuna delle due squadre era mai arrivata all’atto finale della competizione. Le gambe erano pesanti e la testa ancor di più. Nel Marsiglia giocava la storica bandiera della Stella Rossa Dragan Stoijkovic. La squadra di Mihajlovic, Prosinecki e Savicevic aveva eliminato il grande ed ostico Bayern in semifinale. Al San Nicola c’erano più tifosi serbi che francesi. Al porto di Bari erano sbarcate navi piene di pullman che erano salpate da Spalato ma soprattutto da Bar in Montenegro. Gli ultimi giorni di festa prima dell’incubo della guerra nei Balcani.

Dopo 120 minuti di tatticismo sfrenato, la finale volgeva ai rigori con la stessa sintonia di cinque anni prima a Siviglia quando trionfò la Steaua Bucarest. Sia nel club romeno che in quello serbo della Stella Rossa Belgrado, a guidare la difesa c’era Miodrag Belodedici, detto il cervo per la sua eleganza. La Zvezda (stella) trionfò grazie al rigore finale del macedone Pancev che mandò in delirio i biancorossi (come il Bari) e regalò al suo popolo la seconda e finora ultima Coppa dei Campioni vinta da squadre dell’est europeo.

Sinisa Mihajlovic, ala sinistra che spesso giocava come interno di centrocampo ma quando nel 1992 passò alla Roma di Vujadin Boskov (appena sconfitto a Wembley da Koeman), dovette adattarsi come terzino sinistro. Nella sua prima stagione in giallorosso segnò di destro (piede debole) al Borussia Dortmund un gol da urlo sotto la pioggia nell’andata dei quarti di finale di Coppa Uefa. In campionato segnò su punizione nella vittoria a Brescia nel giorno dell’esordio di Totti (su suo consiglio a zio Vujadin) ed infilò il pallone alle spalle di Marchegiani sotto la curva sud dell’Olimpico il pallone del 5-2 nella finale di ritorno di Coppa Italia contro il Toro di Mondonico, ma non bastò.

Questi gli inizi, poi la Sampdoria con Eriksson e Mancini. La Lazio con Mancini e la Coppa delle Coppe vinta a Birmingham. Lo scudetto 2000 sempre con i biancocelesti nell’anno del centenario e poi l’Inter ed una carriera da allenatore che lo ha portato da nord a sud dell’Italia passando per la panchina di CT della sua Serbia anche se è nato in Croazia a Vukovar.

Bologna si stringe attorno a Mihajlovic

Poi all’inizio di questa nuova avventura felsinea con la sciarpa rossoblù al collo, l’ottima idea insieme a Di Vaio di prendere al suo fianco l’ex pugile barese Cantatore per stimolare i calciatori e farli allenare a dovere. Tutti e tre con il giusto pallino della disciplina! Nel mese di maggio è stato vicino alla panchina della Roma, mentre Lotito non lo ha mai cercato, peccato. Ora questa triste notizia che ha gettato nello sconforto tifosi e sportivi ma anche dato enorme coraggio a tutti quelli che soffrono di questa “altra stronza” compreso l’ex allenatore del Siviglia Caparros appena sostituito. Forza Sinisa, butta giù la porta anche stavolta!

DAJE SINISA: Mihajlovic: “Ho la leucemia. Sono sicuro che vincerò questa battaglia”

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore