Home Calcio Commisso: “Montella non è confermato. Veretout andrà via”. E su Chiesa…

Commisso: “Montella non è confermato. Veretout andrà via”. E su Chiesa…

CONDIVIDI
Commisso Montella Chiesa Veretout
Commisso su Montella, Veretout e Chiesa.

Rocco Commisso sul futuro di Veretout, Chiesa e Montella. 

Intervistato alla “Nazione”, il neo presidente della Fiorentina ha parlato apertamente del futuro di alcuni suoi giocatori, del proprio allenatore e dello staff all’interno della società.

Mercato: “Non siamo in ritardo. Proprio in questo momento stiamo decidendo il futuro di Veretout, forse è meglio venderlo”. 

Società: “Stiamo studiando i profili che ci servono, immersi in questo frullatore di emozione e calore che si chiama Firenze. Sono innamorato della città. Ci saranno degli annunci in questa settimana. 

>> Se vuoi rimanere aggiornato sul meglio delle notizie di Sport >> CLICCA QUI

Incontro con i tifosi: “Cosa ci siamo detti? Chiarezza di apporti, onestà e guai a illudere la gente con false promesse. Mi pare una buona partenza”.

Antognoni: “Per me Giancarlo è un mito mi ricorda l’Italia del mondiale del 1982. L’anima di quella squadra e di quella del 2006 vorrei rivederla nella Fiorentina. Non sarà facile, ma ci proverò. Antognoni è un gentleman, ha un cuore d’oro. Non capisco come mai una bandiera come lui sia stata lontana dalla Fiorentina per tanti anni”. 

Stadio: “Ristrutturare il Franchi sarebbe veloce, ma ci sono dei problemi. Chiedo aiuto a Firenze, alle istituzioni e ai fiorentini. Intendo fare tutto presto, la velocità d’azione è decisiva per me, viene prima di tutto”. 

Modello Juve: “Non voglio delle star che comandino lo spogliatoio. Voglio un senso d’appartenenza come si vive a Bergamo con l’Atalanta.

Futuro di Montella e Chiesa

Allenatore: “La scelta degli uomini di cui fidarsi? Si, prima devo parlare con Montella, lo vedrò negli Stati Uniti. Qualcuno ha scritto che l’ho confermato: fake news. Lo voglio vedere”. 

Chiesa: “Ripeto che non sarà il mio Baggio. Farò di tutto per tenerlo almeno un anno. Però un ex campione viola mi ha fatto una domanda: – Perchè fare un contratto così lungo a un ragazzo che magari l’anno prossimo delude e alla fine della sua cessione si prende meno soldi di adesso? – “. 

LEGGI ANCHE: Commisso vuole Batistuta come dirigente. Venerdì incontro con Montella.