Atalanta, Ilicic: "Voglio vincere trofei oppure vado via. Juve? Vulnerabile"

Ilicic
Ilicic ha voglia di vincere dei trofei

Il centrocampista nerazzurro Josip Ilicic ha parlato ai microfoni di Ekipa24. Dopo tanti anni a buoni livelli lo sloveno nutre ambizioni di vittoria
È stato tra i migliori calciatori del campionato appena conclusosi. Josip Ilicic è stato tra gli artefici della strepitosa stagione dell’Atalanta.
Con la Dea ha centrato una storica qualificazione in Champions League e ha sfiorato la vittoria della Coppa Italia.
Dopo aver raggiunto questi livelli, ha voglia di alzare l’asticella e per farlo è pronto anche a lasciare Bergamo: “Voglio vincere e lottare per grandi traguardi. Non sono più giovanissimo e voglio ottenere il giusto riconoscimento per quanto fatto in carriera. Se non potrò farlo con l’Atalanta sono pronto a farlo con un club di fascia più alta. Napoli? Non c’è nulla. Nei prossimi giorni mi confronterò con la società e decideremo cosa fare”.
Sull’annata dell’Atalanta: “Abbiamo fatto qualcosa di straordinario con 13 giocatori, ma non può andare sempre così. Per competere per grandi traguardi serve una rosa decisamente più ampia”.
>> Se vuoi rimanere aggiornato sul meglio delle notizie di Sport >> CLICCA QUI

Ilicic: Juventus vulnerabile, ma in Italia non ha concorrenza”

Successivamente l’ex calciatore di Fiorentina e Palermo si è lasciato andare a delle considerazioni sulla Juventus a suo avviso non ancora pronta per vincere in Europa: “Nonostante l’arrivo di Ronaldo i bianconeri sono vulnerabili. In Italia non è venuto fuori questo aspetto perchè non c’è molta concorrenza. Se Napoli, Milan e Inter fossero state più forti, avrebbero faticato anche in campionato”.
Poi prosegue: “In Champions League è venuta fuori la loro fragilità. Appena hanno incontrato l’Ajax, una squadra che gioca in maniera rapida come l’Atalanta non hanno avuto possibilità. Rimane comunque una squadra fantastica, ma credo debbano migliorare per quanto concerne la filosofia di gioco”.
Insomma dichiarazioni non proprio idilliache per l’asso sloveno, che a questo punto diventa sempre più un uomo mercato.
LEGGI ANCHE Atalanta, Percassi: “Champions meravigliosa follia. Ora devo accontentare Gasperini”.