Napoli, De Laurentiis: “Ieri ho tifato Sarri, l’ho voluto io. Peccato che i tifosi mi criticarono”

De Laurentiis Napoli
Aurelio De Laurentiis inneggia Sarri trionfante

De Laurentiis fa i complimenti a Sarri per la conquista dell’Europa League e si toglie qualche sassolino dalla scarpa con i tifosi.

Napoli è in fermento, il grande ex – mai dimenticato – Maurizio Sarri ha vinto l’Europa League con il Chelsea: a trionfare, dunque, è anche una parte d’Italia. Quella partenopea, che però è divisa. C’è chi sostiene Sarri in quest’impresa, ricordando i bei tempi del tecnico ai piedi del Vesuvio, e chi storce la bocca masticando amaro dal momento che l’allenatore dei Blues potrebbe arrivare alla Juventus.

Trasferimento che, a Napoli, non vedrebbero di buon occhio: l’hanno fatto capire a più riprese, anche con uno striscione sotto la casa in Toscana del mister. Chi, invece, fa i complimenti a Sarri trionfante è Aurelio De Laurentiis togliendosi anche qualche sassolino dalla scarpa: “Certo che tifavo per il Chelsea ieri, tifavo per un italiano prima di tutto, anzi due visto che oltre a Sarri c’era anche Jorginho”, sottolinea il patron che, poi, prosegue: “Ho fatto subito i complimenti a Sarri anche perché portarlo sulla panchina del Napoli era stata una mia scelta, che all’epoca venne osteggiata da tutti. I signori della curva mi scrissero su tutti i muri della città che avevo sbagliato. Ma sono abituato, Ricordo che quando diedi Quagliarella alla Juve sostituendolo con Cavani venni criticato e oggi tutti vorrebbero che Cavani tornasse”, ricorda il numero uno azzurro.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle principali notizie sportive >> CLICCA QUI

De Laurentiis, inoltre, su un possibile approdo di Sarri alla Juventus, chiude brevemente: “Dopo quel che è successo con Higuain, non mi stupirei. Sarebbe divertente”.