Home Formula 1 Formula 1, ufficiale: dal 2020 torna il Gran Premio d’Olanda

Formula 1, ufficiale: dal 2020 torna il Gran Premio d’Olanda

CONDIVIDI

Zandoort formula 1

Formula 1, ufficiale: dal 2020 torna il Gran Premio d’Olanda.

Il Gran Premio d’Olanda torna nel calendario della Formula 1 dal 2020. È di queste ore il comunicato ufficiale diramato da Liberty Media, che ha annunciato la firma di un contratto triennale con Dutch Grand Prix per riportare il campionato nello storico circuito di Zandvoort.

Infatti, già tra il 1952 e il 1985 la F1 ha corso lì. Un totale di trenta edizioni del GP, poi dal 1986 tale appuntamento non ha fatto più parte delle stagioni. Dal prossimo anno il ritorno, grazie anche alla ritrovata passione del popolo olandese per questo sport. Merito della presenza di Max Verstappen, pilota locale che sta ottenendo buoni risultati al volante della Red Bull.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

Chase Carey, Chairman e CEO della Formula 1, ha commentato in maniera entusiastica il ritorno di questo GP nel calendario: «Siamo felici di annunciare che la F1 sta per tornare a correre nei Paesi Bassi, sulla pista di Zandvoort. Abbiamo sempre detto che volevamo correre in nuove sedi, pur rispettando le radici storiche dello sport in Europa. Dal 2020 avremo nuova corsa cittadina presso la capitale vietnamita Hanoi, oltre al ritorno a Zandvoort, che mancava da 35 anni. La F1 ha ripreso interesse in Olanda, soprattutto grazie al tifo per Max Verstappen, mostrato dalla marea arancione presente in tante gare».

Stando alle indiscrezioni di queste settimane, il Gran Premio d’Olanda dovrebbe prendere il posto di quello di Spagna previsto a Barcellona. Quella dello scorso weekend potrebbe essere stata l’ultima edizione del GP catalano. Si attendono conferme ufficiali in tal senso. Intanto è stato annunciato il ritorno di Zandvoort, che nel 2020 sarà la seconda novità assieme all’esordio della gara di Hanoi in Vietnam. Il tracciato olandese nei prossimi mesi sarà oggetto di molti lavori. È stretto, tortuoso e con poche possibilità di sorpasso. È necessario intervenire sia per garantire maggiore spettacolo che per rispettare gli standard di sicurezza imposti dalla FIA.