Home Formula 1 Formula 1, Bottas: “Mercedes migliorata”. Vettel: “Ferrari indietro”

Formula 1, Bottas: “Mercedes migliorata”. Vettel: “Ferrari indietro”

CONDIVIDI

bottas hamilton vettel formula 1 spagna barcellona

Formula 1, GP Spagna 2019: Bottas, Hamilton, Vettel e Leclerc dopo le Qualifiche.

Valtteri Bottas realizza la terza pole position consecutiva nelle Qualifiche di Formula 1 del Gran Premio di Spagna 2019. Record della pista per il pilota finlandese, che si candida per vincere la gara di Barcellona dopo quella di Baku.

Doppietta Mercedes completata da Lewis Hamilton, battuto di oltre 6 decimi dal compagno di team. Domenica saranno loro due a giocarsi il successo finale del GP. Infatti, Ferrari troppo lontana. Né Sebastian VettelCharles Leclerc tengono il passo dei rivali. Anzi, devono fare attenzione a Max Verstappen e Pierre Gasly con le Red Bull.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

Formula 1, GP Spagna 2019: Bottas, Hamilton, Vettel e Bottas dopo le Qualifiche

Bottas al termine delle Qualifiche di Formula 1 in Spagna si è detto entusiasta del risultato e cercherà di vincere a tutti i costi la gara, in modo tale da consolidare la sua leadership nel campionato: «Mi sono divertito molto. Mi godo questa incredibile botta di adrenalina che mi ha dato il mio giro. Iniziare la stagione in questo modo è meraviglioso, mi sento sempre meglio sulla monoposto e non vedo l’ora di correre domani. Come team abbiamo svolto un lavoro ottimo con gli aggiornamenti e le scelte di assetto. Non mi aspettavo di avere così tanto vantaggio su Lewis».

I 6 decimi di margine su Hamilton sono parecchi, ma il campione del mondo in carica darà il massimo per complicare la vita al compagno domenica. Queste le sue considerazioni a fine giornata oggi: «Congratulazioni a Valtteri, è stato più veloce e ha meritato la pole position. Io non sono stato perfetto, ho fatto qualche errore e mi è mancato qualcosa. Comunque abbiamo ottenuto un altro ottimo risultato per il team e cercheremo di fare doppietta anche in gara. Abbiamo aumentato ulteriormente il vantaggio sulla Ferrari con gli ultimi aggiornamenti. Rispetto ai test invernali ci siamo trasformati».

Vettel non può certamente essere contento dell’ennesima batosta presa dai driver della Mercedes. In gara per lui sarà difficile andare oltre il terzo gradino del podio: «L’ultimo settore rappresenta il nostro punto debole. Abbiamo espresso tutto il potenziale della macchina, ma non siamo sufficientemente veloci evidentemente. Nelle curve lente finali ci manca del grip. I nuovi pezzi funzionano, ma non siamo al livello che vorremmo. Stiamo dando il massimo, anche se per adesso non basta. Non ci aspettavamo di essere così lontani dalla Mercedes qui, bisogna lavorare tanto».

Sconsolato anche Leclerc, che partirà dalla terza fila e dovrà essere abile allo star a guadagnare posizioni per giocarsi poi il podio: «Siamo lontani – confessa Charles –, ieri abbiamo fatto fatica col bilanciamento e anche oggi è stato difficile. In Q2 non ho commesso un errore grave, ma la conseguenza è stata pesante. Avevo spinto un po’ di più andando a toccare il cordolo, però non credevo che si rompesse qualcosa. Dobbiamo migliorare per la gara. Sicuramente cercare di stare con le Mercedes sarà difficile».

 

Matteo Bellan