Home MotoGP MotoGP Jerez, Marquez: “Sapevo di poter vincere”. Rins: “Suzuki forte”

MotoGP Jerez, Marquez: “Sapevo di poter vincere”. Rins: “Suzuki forte”

CONDIVIDI

marquez rins vinales

MotoGP, Jerez 2019: Marquez, Rins e Vinales commentano la gara.

Vittoria di Marc Marquez nella gara MotoGP di Jerez. Scattato dalla terza posizione in griglia, si è subito preso la testa della corsa e l’ha mantenuta fino alla fine. Un successo che gli permette di dimenticare il ritiro di Austin e di mettersi in testa alla classifica mondiale.

Una tripletta spagnola al traguardo, visto che il podio è stato completato dal bravissimo Alex Rins su Suzuki e dal ritrovato Maverick Vinales su Yamaha. Il 23enne di Barcellona, vincitore in Texas, si conferma competitivo ed è secondo dietro a Marquez nella classifica generale. Per il pilota del team Monster Energy è il primo podio del 2019 e proprio da questo GP in Spagna potrebbe ripartire la sua stagione.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

MotoGP Jerez 2019, Gara: parlano Marquez, Rins e Vinales

Marquez ha così commentato ai microfoni di Sky Sport MotoGP il suo trionfo a Jerez di fronte al pubblico spagnolo: «Sapevo che sarebbe stata una gara difficile, ma col sole sapevo che poteva essere la mia gara. Sono stato molto costante, ero concentrato su me stesso e non guardavo gli altri. Nei primi cinque giri ero rigido, temevo di cadere e ho gestito. Poi piano piano ho allungato. Già nel test in Malesia avevo detto che Rins avrebbe lottato per il campionato e così sarà, ha il vantaggio di non avere pressione. Mi sento bene con la moto, ho fiducia e sono contento di aver capito perché siamo caduti ad Austin. Abbiamo risolto il problema. Sicuramente in qualche pista dovremo stare più sulla difensiva. È importante essere primi in campionato adesso, ma è lungo ancora».

Tanto entusiasmo pure per Rins, che si conferma tra i migliori della MotoGP e con la Suzuki può sognare in grande: «Sono molto felice, la seconda posizione partendo da nono è buona. Do sempre il 100%, in gara sento che posso andare di più e mi dà l’extra per conquistare una bella posizione. In questa gara ho sofferto un po’, davanti avevo un pneumatico più morbido degli altri. Sicuramente questi risultati spingono ancora di più la Suzuki. Prima del campionato sapevo che avevamo una moto competitiva, anche se si può migliorare. Sono felice della mia moto e del mio team. Sorpassare le Ducati è sempre difficile, loro e Ducati sono forti in staccata e accelerazione. Noi abbiamo buona percorrenza. Sono felice di essere secondo nel Mondiale, lotteremo al 100% ».

Ritrova il sorriso Vinales, che finora era sempre stato battuto dal compagno Valentino Rossi e che a Jerez è stato il primo dei rider Yamaha con un ottimo terzo posto finale: «Sono molto contento, abbiamo trovato un sistema per partire bene. Comunque la moto va migliorata. All’inizio ho deciso di risparmiare gomma e per fortuna l’ho fatto, perché Ducati era forte. È stato difficile tenere dietro Dovizioso. So dove  dobbiamo migliorare, ho visto i punti forti e deboli degli avversari in gare. Penso che abbiamo superato l’esame, siamo migliorati. Abbiamo sempre faticato a Jerez, questo podio è come una vittoria e spero che ci dia fiducia. Ci manca ancora trazione rispetto ai rivali. Quartararo è stato bravo in questo weekend, pure Morbidelli è stato forte. A inizio gara ho capito che sarebbe stata dura con le gomme e ho deciso di risparmiarle. Abbiamo tanto da migliorare, speriamo di lavorare bene nel test di domani».

Matteo Bellan