Home MotoGP MotoGP Jerez, Dovizioso e Rossi rammaricati: “Poteva andare meglio”

MotoGP Jerez, Dovizioso e Rossi rammaricati: “Poteva andare meglio”

CONDIVIDI

dovizioso rossi motogp jerez

MotoGP, Jerez 2019: Dovizioso e Rossi speravano in una gara migliore.

Andrea Dovizioso e Valentino Rossi sono i migliori piloti italiani nella classifica MotoGP 2019, ma a Jerez hanno raccolto meno di quanto volessero. I loro piazzamenti finali in gara non lo soddisfano pienamente.

Il rider della Ducati ha chiuso quarto, a pochi decimi dal podio. Non è riuscito nel finale ad avere la meglio su Maverick Vinales, che lo ha preceduto al traguardo. Il forlivese ci teneva molto ad essere almeno terzo su una pista storicamente a lui indigesta. Per quanto riguarda il connazionale, la sua gara è stata condizionata dalle negative qualifiche. Il Dottore è partito dalla tredicesima posizione, in quinta fila, e dunque ha dovuto fare una rimonta che ha un po’ stressato le gomme. Il sesto posto finale è positivo tenendo conto del casella di partenza, però c’era il potenziale per fare qualcosa di meglio con un sabato diverso.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

MotoGP, Jerez 2019: Dovizioso e Rossi commentano la gara

Dovizioso dopo la gara è intervenuto ai microfoni di Sky Sport MotoGP e si è così espresso sulla sua corsa odierna a Jerez: «Peccato, volevamo prendere il podio e non ce l’abbiamo fatta. Ho perso troppo tempo all’inizio. Perdiamo troppo nei curvoni. In accelerazione e frenata siamo forti, ma oggi nei curvoni abbiamo fatto fatica e dobbiamo migliorare. In generale la nostra moto è migliore, però non basta e dobbiamo progredire ancora. Non una gara disastrosa oggi, ma ci aspettavamo di più. Per il campionato restiamo messi bene, serve essere a posto su certe piste e già a Le Mans dovremmo essere più competitivi».

Il pilota Ducati sperava di salire sul podio e non avercela fatta non lo fa sorridere. Non è troppo felice neppure Rossi, nonostante ammetta che la Yamaha ha fatto progressi rispetto al 2018: «Potevamo fare meglio, dato che Vinales è andato sul podio e che Quartararo senza ritiro sarebbe arrivato davanti. Sono stati più bravi di me. Purtroppo il fatto di essere rimasto fuori dal Q2 sabato mi ha tagliato le gambe. Partendo almeno in terza fila, avrei potuto essere assieme a Vinales e Dovizioso. Sotto tanti punti di vista siamo migliorati parecchio. Soprattutto sulla durata delle gomme e la costanza negli ultimi giri. L’anno scorso ero molto più in difficoltà. L’accelerazione è il nostro punto più dolente, rispetto a Honda e Ducati soffriamo. Test domani? Abbiamo delle cose da provare e ciò è importante».

 

Matteo Bellan