Home Formula 1 Formula 1, per Mick Schumacher niente test a Barcellona?

Formula 1, per Mick Schumacher niente test a Barcellona?

CONDIVIDI

mick schumacher Formula 1

Formula 1, Mick Schumacher potrebbe saltare il test a Barcellona.

La stagione 2019 è appena iniziata, ma si è fatto già un gran parlare di Mick Schumacher. Prima l’ingresso nella Ferrari Driver Academy, poi l’esordio nel campionato mondiale di Formula 2 e infine il primo test su monoposto di Formula 1.

Il figlio del leggendario Michael Schumacher ha avuto molti riflettori puntati addosso, forse fin troppi. Ma con un cognome pesante come il suo e in un mondo mediatico come quello odierno era normale che fosse così. In Bahrain ha avuto modo di provare la Ferrari SF90 e ciò ha fatto riaffiorare i ricordi di quando era il padre a guidare la rossa. È salito pure sull’Alfa Romeo C38, altra monoposto che monta un motore di Maranello.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

Quelle di Sakhir sono state giornate molto intense c’era già chi pronosticava per lui un nuovo test a Barcellona, dopo il gran premio del 10-12 maggio. Ma i colleghi di Motorsport.com spiegano che probabilmente Mick Schumacher non sarà in pista sul circuito catalano. Non è una bocciatura, ma il semplice ritorno a un piano originale più graduale. L’Alfa Romeo ha già annunciato che schiererà Callum Ilott, altro giovane che fa parte della Driver Academy di Maranello e che corre in Formula 2. Il britannico si alternerà con Kimi Raikkonen.

La Ferrari deve ancora annunciare i piloti che impiegherà in quelle due giornate di test sulla pista di Montmelò. Va ricordato che ogni team è obbligato a schierare un rookie, cioè un driver che non abbia corso più di due GP di Formula 1, in due dei quattro giorni previsti tra Bahrain e Spagna. A Sakhir avevamo visto in azione il secondogenito di Michael Schumacher e Sebastian Vettel. A maggio probabile che vedremo Charles Leclerc con un giovane collega ancora da indicare. Nelle prossime settimane la scuderia di Maranello svelerà la propria scelta.

 

Matteo Bellan