Home Calcio Ajax, ten Hag: “Juventus squadra esperta, ma faremo la nostra gara”

Ajax, ten Hag: “Juventus squadra esperta, ma faremo la nostra gara”

CONDIVIDI

Erik Ten Hag

Il tecnico dei lancieri Erik ten Hag lancia la sfida ai bianconeri in vista del match d’andata dei quarti di finale di Champions League (domani sera ore 21:00)

L’Ajax è una delle outsider della massima manifestazione continentale, ma non per questo farà la parte della vittima sacrificale. Anzi, gli olandesi sono ottimisti circa il passaggio del turno, così come testimoniato dal centrocampista Frankie de Jong.

L’Ajax di Erik ten Hag, vuole provare a centrare tutti gli obiettivi stagionali e contro la Juventus non avendo nulla da perdere, può creare i presupposti per un’altra impresa dopo quella con il Real Madrid.

Il suo pensiero sulla partita“Dobbiamo avere qualità, è una gara importante davanti ad uno stadio pieno. Il risultato è la cosa più importante. Il calcio italiano è diverso da quello spagnolo. Dovremo affrontare diversamente la partita ma senza discostarci troppo dal nostro stile”.

Analisi della Juventus: “Si tratta di una formazione che vanta tantissima esperienza, con un tecnico così bravo, che sa giocare con diverse strategie. Dobbiamo leggere bene la partita, cercando di anticiparli su tutto. Possiamo fare qualcosa di importante. Giocheremo come sempre”.

Le possibili assenze di Chiellini e Ronaldo: “Hanno elementi in grado di sostituirli, ma nel caso mancheranno la Juve ne risentirà. Allo stesso tempo vogliamo giocare contro i migliori giocatori”.

L’importanza di essere ai quarti di finale di Champions League: “Essere a questo punto della manifestazione è importante per noi. Raggiungere questi livelli in Europa per una nazione piccola come l’Olanda è ancora più difficile. Ci siamo solo noi e il Portogallo”.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport > > CLICCA QUI

ten Hag: “Il modello Ajax non è a livello degli altri, ma proviamo a competere con mezzi economici inferiori”

Il tecnico ten Hag si è poi soffermato sulle differenze tra la strategia dell’Ajax e quella delle grandi d’Europa: “Il nostro modello è certamente inferiore a quello delle altre contendenti in Champions. Per questo è difficile tenere il passo. Abbiamo cercato di creare un mix tra giovani promettenti e profili esperti per colmare in parte il gap”.

Sui gioielli de Jong e de Ligt: “Sono dei giocatori forti, ma tutti i nostri calciatori sono in grado per giocare in un livello più alto. Hanno potenziale e ci saranno utili quest’anno e spero anche in futuro”.

LEGGI ANCHE Ajax-Juventus, per Chiellini ed Emre Can si profila il forfait. Ronaldo verso la convocazione. VIDEO