Home Calcio Milan, Gattuso: “Me ne sbatto di ciò che dice la gente!”

Milan, Gattuso: “Me ne sbatto di ciò che dice la gente!”

CONDIVIDI
Milan Gattuso
Le parole di Gattuso nel post partita di Juve-Milan

Conferenza concitata e mai banale per il mister calabrese del Milan, ecco le parole dopo la sconfitta subita in rimonta a Torino:

“Secondo me è la miglior prestazione da gennaio ad oggi. L’abbiamo persa per errori nostri, non per bravura della Juventus. Errori che ci stanno per come giochiamo noi. Se vinciamo contro la Lazio abbiamo ancora le nostre chance. E bisogna ripartire dalla prestazione di oggi. Anche l’anno scorso meritavamo qui qualcosa in più. Il rammarico, oltre agli episodi, e io credo fortemente alla buona fede di chi lavora, siamo stati ingenui. La Juventus abbina qualità e forza fisica, Mandzukic sembra giochi al parco con gli amici. Oggi abbiamo fatto qualcosa di diverso, abbiamo pressato alto. Ci siamo messi 4-3-2-1, a livello di atteggiamento e tecnico-tattico abbiamo fatto benissimo».

RUMORS: «Me ne sbatto sinceramente di ciò che dice la gente. Il problema è che ho vinto tanto, ma gli addetti ai lavori mi dicono tante cose positive. Oggi vedo il calcio con un’altra visione, con un’altra prospettiva. I tifosi sono rimasti al Gattuso passione e grinta. Rispetto tutti, ma poi è importante capire la mia forza e quella dello staff. Poi dopo si vedrà. Più amore dai tifosi? Voglio l’amore dei miei figli, di mia moglie e dei miei genitori. Voglio essere giudicato per quello che faccio in campo. Il mio segreto è che leggo poco».

MOSSE JUVE: «Oggi mi aspettavo Cancelo e Spinazzola, poi ha messo Alex Sandro. E non potevamo aspettarli, perché hanno velocità e ti avrebbero portato sugli ultimi venti metri. Dovevamo essere sempre aggressivi e ci siamo riusciti. Se li aspettavamo ci avrebbero messo subito in difficoltà».

TATTICA: «Anche a livello difensivo abbiamo fatto bene. Siamo stati bravi, abbiamo avuto coraggio. E abbiamo dimostrato di averlo».

MENTALITA’: «Abbiamo il dovere di fare qualcosa di nuovo. Gli avversari ci hanno studiato.

L’errore di Calabria come quello di Bonucci? No, perché noi eravamo usciti dalla pressione e poi ci siamo tornati. Ma chi gioca a calcio sa che ci può stare l’errore. Dopo il derby avevamo perso un po’ di mentalità. Questa partita deve ridarcela».

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di Sport > > CLICCA QUI

PAROLA DI ZAR: ESCLUSIVA/ Vierchowod: “Roma colpa di Monchi e Di Francesco. Milan senza campioni. Juventus dopata nel 96? Endt è un poverino”.