Amichevole in Marocco: l’Argentina soffre ma sbanca Tangeri

Benatia controllato da Paredes
Benatia controllato da Paredes

L’Argentina di Scaloni soffre ma alla fine vince in Marocco. La selezione tanto osteggiata da Maradona è allenata dall’italo-argentino Lionel Scaloni. L’ex Lazio e Atalanta ha origini marchigiane come Leo Messi, precisamente in Ascoli Piceno.

4-4-2 con Lautaro Martinez e Dybala in attacco.

Dopo il ko con il Venezuela a Madrid, stavolta è arrivata la vittoria di misura contro i marocchini dell’ex Juve Benatia.

Una gara tosta, piena di ammoniti e scontri duri. La partita giocata a Tangeri non è stata una passeggiata per l’Argentina che alla fine vince 1-0 questa amichevole in nord Africa condizionata dal forte vento che soffiava sulla città costiera affacciata sull’Oceano Atlantico.

La rete decisiva è del centrocampista dell’Atletico Madrid, Angel Correa al minuto 83 ha trafitto il portiere Bono che gioca in Spagna nel Girona.

Ben 6 ammoniti e addirittura 12 sostituzioni, sei per parte!

Il Marocco è allenato dal CT francese Hervè Renard e stasera non aveva a disposizione la stella dell’Ajax, il mancino Ziyech.

LA NUOVA VITA DI BENATIA: Juventus, Benatia: “Ero sicuro di finire la carriera in bianconero, ma la vita è imprevedibile”.