Home Calcio Juventus, Allegri: “Ronaldo non convocato. Nessuna squalifica per l’esultanza. Con Agnelli parlerò...

Juventus, Allegri: “Ronaldo non convocato. Nessuna squalifica per l’esultanza. Con Agnelli parlerò a fine stagione”.

CONDIVIDI
Juventus Allegri
Massimiliano Allegri in conferenza stampa.

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri, parla alla vigilia della sfida in casa del Genoa, in programma alle 12:30, valida per la ventottesima giornata di Serie A.

I rossoblu sono alla ricerca di punti salvezza. I bianconeri in vantaggio di 18 punti sul Napoli, cercano la loro ventiseiesima vittoria in questo campionato dopo la clamorosa rimonta in Champions League contro l’Atletico Madrid.

Gestione: “Ora deve regnare l’equilibrio, la Juventus ha fatto un’impresa straordinaria martedì nel ribaltare la partita dell’andata con l’Atletico, una grande squadra. È stata una serata speciale ed emozionante. Questo è il segnale che niente è scontato, le cose vanno vissute. Ora però rituffiamoci nel campionato che abbiamo quattro partite prima della Champions”.

Squalifica per Ronaldo: “Non succederà nulla. Ognuno ha esultato in un modo martedì, quindi assolutamente non ci sarà nessuna squalifica”.

Cristiano Ronaldo non convocato: “Ha bisogno di recuperare un po’ perché ha giocato tanto, poi dovrà disputare due partite con la nazionale, era rischioso farlo giocare ancora”.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport > > CLICCA QUI

Social: “Non torno minimamente su questo argomento. Come ci sono entrato normalmente ci sono uscito allo stesso modo e la trovo una cosa normale.

Atletico: “Penso che non ci siano partite più importanti, credo che dovevamo affrontarla cosi. E’ stata una bella serata e mi ha fatto piacere l’entusiasmo dei tifosi, sono serate indimenticabili e la cosa che mi ha fatto più piacere sono le persone emozionate, questo è un bel segnale, le cose sono cambiate in meglio. Dobbiamo solo cercare di ripeterle e giocare bene. Hanno mantenuto l’obiettivo della sera che era quello di non far battere un calcio d’angolo all’Atletico”.

Sorteggi: “Questa nuova formula mi piace, almeno ci si leva il dente. Non sarà facile perchè l’Ajax è una squadra giovane e veloce e poi in casa loro giocano. Tutte e due saranno delle partite differenti da quelle con l’Atletico. E’ sbagliato pensare già alla semifinale, intanto buttiamo giù le basi per queste due partite poi penseremo a quello che c’è dopo. Le chiacchiere non servono a niente, siamo passati in 5 giorni da fallimento ad andare a Madrid. Ci vuole molta calma e molta voglia di arrivare che poi ti porta grande entusiasmo. Contro l’Atletico non era facile e bisogna fare i complimenti ai ragazzi perchè hanno retto fino al 90”.

Dybala: “Sta ritornando a fare le cose giuste e per noi può essere un arma in più per questi ultimi 3 mesi”.

Perin: “Domani gioca”.

Mandzukic: “Non ha giocato una partita spettacolare ma è stato molto importante e determinante. Dentro l’area sui due gol è stato decisivo perchè ha portato via una volta Godin e poi Juanfran. Si è sacrificato sulla linea difensiva, domani o gioca lui o gioca Kean”.

Infortunati: “Cuadrado l’ho visto stamattina meglio del solito, pensavo peggio. Purtroppo è fuori dalla lista e lo avremmo solo alla fine. De Sciglio martedì inizierà a lavorare e Douglas Costa dovrebbe rientrare per la prima partita di Champions, altrimenti lo avremo per il ritorno. Barzagli e Khedira appena avranno l’ok dai medici potranno rientrare in gruppo. Per Sami è stata un’annata sfortunata e vedremo in che condizioni sarà”.

Giovani: “Nicolussi ha già debuttato con l’Udinese e per la Juve è un motivo di soddisfazione. Abbiamo Kean del 2000 che ha debuttato l’anno scorso. E’ chiaro che non è facile entrare in prima squadra però abbiamo altri ragazzi del 2001 che si allenano con noi e questo è molto importante”.

Turnover di CR7: “Non devo convincere nessuno, quando all’interno di una squadra c’è un allenatore parla e si confronta con i giocatori non fa il dittatore. Anche giocatori come lui hanno bisogno di recuperare e quest’anno ha giocato tantissime partite, l’anno scorso è andato anche in Nazionale e ora preferisco risparmiargli qualche partita. Ieri ne abbiamo parlato insieme e lui ha condiviso la mia idea. Non mi chiedete se gli faccio saltare le prossime perchè tanto non ve lo dico, ma come lui tutti gli altri, Chiellini idem, sennò lo prendo e lo butto via a metà stagione. In un annata ci sono giocatori che devono recuperare, poi abbiamo alcuni che hanno giocato di meno come Dybala, Spinazzola, Bernardeschi, Emre Can e così diventa più facile per un allenatore”.

Agnelli: “Con lui diciamo una cosa alla volta. Dopo la cena abbiamo detto che a fine stagione decideremo insieme. Sulla partita credo che ci siamo abbracciati perchè è stata una bella serata ma dobbiamo andare avanti sennò non abbiamo fatto niente”.

Matuidi: “Probabile che domani sia fuori perchè ho 4 centrocampisti, così come Chiellini che potrebbe riposare”.

Gesto di Ronaldo: “Diciamo che martedì dopo l’esultanza di 42.000 allo Stadium bisognerebbe squalificarli tutti. Ma non è cosi perche abbiamo esultato ad ogni gol ma non la vedo una cosa strana e non abbiamo paura della squalifica, che ripeto, non ci sarà”.

De Ligt: “Tutti dicono che è uno dei centrali piu forti al mondo. Avremmo l’occasione di vederlo dal vivo che è più importante della televisione”.

Formazione: “Prima penso al Genoa poi alle 3 successive e concentriamoci su queste, poi si pensa all’Ajax, devono rientrare anche gli infortunati”.

Osservatori dell’Ajax allo Stadium: Guarderanno Genoa-Juve, noi ora ci dobbiamo concentrare sul campionato per vincere lo scudetto”.

LEGGI ANCHE: Juventus-Atletico, Lippi: “Allegri perfetto, Ronaldo meraviglioso. I bianconeri sono imbattibili”.