Home ALTRE NEWS Napoli, Ancelotti: “Al momento la mia squadra merita 7”. Meret: “Donnarumma? Non...

Napoli, Ancelotti: “Al momento la mia squadra merita 7”. Meret: “Donnarumma? Non mi sento inferiore a nessuno”

CONDIVIDI
Ancelotti vigilia sfida contro lo Zurigo
Ancelotti vigilia sfida contro lo Zurigo

Il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti e il portiere Meret parlano in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro lo Zurigo, in programma domani al San Paolo e valida per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. In Svizzera, i partenopei s’imposero per 3 a 1.

in campionato può avere una ricaduta anche sull’Europa League : “Questa terra di mezzo c’è sempre stata, da tempo siamo staccati sia dal primo che dal terzo, e non ha inciso. Le prestazioni sono sempre state ottime. Il distacco non è un demerito nostro, ma un merito della Juventus. Il campionato è ancora vivo e aperto. Tra poco ci sarà anche lo scontro diretto”.

Ancelotti voto al Napoli : “Per questa squadra la pagella è da 7, spero di dare un voto più alto alla fine. Non posso dare insufficienze, a livello individuale invece c’è stata qualche prestazione negativa. Ma alla fine non ci saranno rimandati, ma solo promossi o bocciati”.
Meret su lo ha colpito di Napoli?
Soprattutto il clima, venendo dal nord, e poi il cibo. Poi ho trovato un grandissimo gruppo, c’è grande rispetto e coesione.
Lui è avvantaggiato dal fatto che ha qualche anno di esperienza in più, ha giocato più partite. Ma sono consapevole delle mie doti tecniche, non mi sento inferiore a nessuno.
Ancelotti se Diawara e Fabiàn Ruiz possono sostituire Hamsik : “Sono giocatori bravi, possono giocare lì. Non essendoci più Hamsik, abbiamo altri giocatori con caratteristiche diverse ma ugualmente efficaci. Abbiamo coppie che possono giocare benissimo insieme. Anche Zielinski può giocare lì, però in questo momento è più efficace giocando da esterno”.
Ancelotti su cosa trova peggiorato nel calcio italiano “Posso non rispondere? Sotto l’aspetto tecnico-tattico non è cambiato molto, vedo tante squadre molto ben organizzate. Il calcio italiano è diventato forte soprattutto per questo tipo di organizzazione. Ma per il resto vedo sempre gli stessi problemi”.
Maeret su dove crede di poter migliorare : “Essendo così giovane devo lavorare su tutti gli aspetti. Ma devo migliorare un po’ sul gioco con i piedi e avere più coraggio sulle uscite alte”.
Ancelotti se qualcuno è sotto esame : “Siamo tutti sotto esame, come a scuola negli ultimi tre mesi ti giochi tutti. In questa fase si decide tutto, finalmente siamo nella fase cruciale della stagione. Dico che ci siamo arrivati bene, ma ora c’è bisogno di uno sforzo ulteriore. In ogni partita ci si gioca molto di più, soprattutto in Europa Legue, dove ogni gare è da dentro o fuori. Qui se sbagli una partita poi non ci pensi più, mentre noi vogliamo pensarci fino alla fine”.
Meret sul suo ottimo momento: “Fa piacere essere considerato. Chiaramente queste cose non devono mettermi pressione, altrimenti rischio di non far bene. Devo stare tranquillo e lavorare, sono giovane e devo migliorare. Con l’aiuto di Ancelotti e dello staff farò di tutto per giocare al meglio senza condizionamenti”.
Sul turn over contenuto nelle ultime gare: “Sì, sicuramente. Nelle ultime due partite c’è stato un dispendio notevole. Ci sarà qualche novità, una su tutte: Chiriches giocherà dall’inizio”.