Home Calcio Champions League, Roma-Porto, Di Francesco. “Serve ambizione”. De Rossi: “Se sto bene...

Champions League, Roma-Porto, Di Francesco. “Serve ambizione”. De Rossi: “Se sto bene non smetto. Kolarov? Dà tutto”.

CONDIVIDI
Di Francesco Roma vigilia della sfida contro il Porto
Di Francesco Roma vigilia della sfida contro il Porto

Il tecnico della Roma Eusebio Di Francesco e il capitano Daniele De Rossi in conferenza, alla vigilia della sfida contro il Porto, andata degli ottavi di Champions League. Il match si giocherà all’Olimpico, con inizio alle 21.00.

Di Francesco, lo scorso anno semifinali: “Il percorso è lungo. Dobbiamo fare una grande partita. Ci vuole ambizione”.

De Rossi su Kolarov: “Se si dovesse ricomporre questa frattura sarei contentissimo. Alex per me è un fratello. Dico ai tifosi di fidarsi di me, è uno che da sempre tutto, preferisco lui a quelli che baciano la maglia e poi al primo problema si fermano. Kolarov è un professionista. Il tifoso va comunque rispettato”.

Di Francesco assenze Porto: “Credo che abbiano buoni sostituti. E’ una squadra compatta, a prescindere dai singoli”.

De Rossi: “La Champions è un valore aggiunto. Il Porto è abituato a queste gare. Un motivo in più di sicurezza. Lo scorso anno poteva finire anche meglio ma è un’altra esperienza”.

Infortuni Di Francesco: “Manolas torna, Olsen in dubbio.  Schick out”.

De Rossi: “Negativamente mi hanno deluso alcuni risultati. Mentre  ero fuori vedevo che quando prendevamo gol non reagivamo. Ma ora siamo migliorati”.

De Rossi sulla leadership e futuro: “Se starò bene  continuerò. Per me sono importanti il mister e i compagni. Devo ringraziarli. Mi accorgo che le prestazioni sono buone anche per questo”.

Di Francesco su formazione: “Se Daniele darà risposte positive oggi giocherà sicuramente”.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport > > CLICCA QUI

De Rossi su affetto dei tifosi: “Mi sono sempre sentito a casa mia. Ultimamente sento un grande affetto, un pò il percorso che ha fatto Totti. Ha incontrato qualche detrattore, poi tutti con lui. Io sento tanto affetto attorno”.

Di Francesco su Conceicao: “Sta facendo un grande lavoro. Ha dato una grande identità e carattere alla squadra. Il Porto è più completo con lui”.

Di Francesco su Zaniolo: “Può giocare sia a destra che a sinistra. Dipende dal tipo di gara che voglio fare”.

De Rossi su Roma vicino al baratro poi Di Francesco l’ha tirata fuori: “Innanzitutto il mister ha un’idea di calcio sempre. Riesce a capire i nostri problemi. Ovviamente l’umore dipende dai risultati più di quello dei giocatori. Non ha mai perso la testa anche in una città difficile come Roma. Secondo me non siamo stati sull’orlo del baratro. Io sono stato quint’ultimo”.

Di Francesco su cosa serve domani: “Esperienza e gambe. Saper vivere queste partite. Puoi avere grandi gambe ma se non hai esperienza non serve e viceversa. Uniamo le due cose”.

De Rossi se ha pensato all’addio: “Mai pensato. Ho fatto tre mesi da calciatore serio per rientrare. Avevo però un punto di domanda su quanto reggerà la mia condizione fisica. Se il ginocchio regge perchè devo smettere”?

Di Francesco su difesa: “E’ mancata spesso la solidità difensiva. Dobbiamo fare una grande fase difensiva per fare bene quella offensiva”.

De Rossi sulle sue condizioni: “Giorno dopo giorno se il ginocchio mi da buone risposte è una buona cosa. E’ importante preparare bene questa partita, non come sto io. Domani dobbiamo vincere e non fare i test sulla mia condizione fisica”.

Leggi anche –  Champions League, Porto, numeri da grande per l’avversario della Roma. E alla guida c’è l’ex laziale Conceicao