Home MotoGP MotoGP Sepang, Dovizioso: “Giornata perfetta”. Petrucci: “Simulazione ottima”

MotoGP Sepang, Dovizioso: “Giornata perfetta”. Petrucci: “Simulazione ottima”

CONDIVIDI

Dovizioso test MotoGP Sepang 2019 Ducati

MotoGP 2019, test Sepang: Dovizioso e Petrucci soddisfatti della Ducati GP19.

Un secondo giorno positivo in Malesia per il team Ducati. Il test MotoGP a Sepang sta procedendo in maniera positiva per Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Domani terza e ultima giornata da sfruttare al meglio.

Oggi sono proseguite le prove di comparazione riguardanti il nuovo telaio, già testato ieri e oggetto oggi di nuove verifiche. L’obiettivo era capire le differenze rispetto a quello vecchio, in modo tale da decidere qualche utilizzare. Novità di ciclistica e di elettronica portate in Malesia dalla casa di Borgo Panigale. Inoltre sulla Desmosedici GP19 è comparso un inedito “rubinetto-chiavetta” sulla piastra dello sterzo: non è chiaro ancora a cosa serva, domani se ne saprà do più.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

Dovizioso ai microfoni di Sky Sport MotoGP ha commentato positivamente questo Day-2 di test a Sepang: «Riuscire a fare una simulazione, seppur spezzata in due, è sempre difficile. Soprattutto dopo una lunga pausa e con questo caldo. Però è il modo migliore per vedere certi aspetti che emergono solamente in gara. Sono molto contento di esserci riuscito, l’abbiamo fatto insieme io e Petrucci. E’ stato importante per lui e per me. I tempi sono stati buoni, ma non so quanto possano essere importanti. E’ stato un giorno perfetto secondo me. Abbiamo lavorato su certi dettagli, non abbiamo pezzi particolarmente diversi da provare».

Il vice-campione del mondo 2017 e 2018 ritiene molto produttiva la giornata odierna, nella quale ha collaborato con il compagno alla simulazione di gara. Petrucci stesso si è detto entusiasta: «Abbiamo fatto due mezze gare, avevamo già programmato questa cosa due settimane fa. L’ha proposta Dovi, che deve capire alcune finezze per vincere e io devo comprendere come si sta lì nelle prime posizioni. Voglio stare davanti senza consumare troppo la gomma, che è il mio problema. E’ andata molto bene, ho fatto un’ottima simulazione. Siamo molto soddisfatti in squadra del lavoro fatto oggi».


Matteo Bellan