Home Calcio Europa League: alla scoperta del Rapid Vienna, avversario dell’Inter!

Europa League: alla scoperta del Rapid Vienna, avversario dell’Inter!

CONDIVIDI
Il Rapid Vienna in posa a Mosca!

In questa campagna europea, il Rapid Vienna è partito dai turni eliminatori giocati in piena estate!

L’Europa League 2018/19 è iniziata col botto per i viennesi. Nel terzo turno l’urna dell’UEFA ha pescato i rivali storici dello Slovan Bratislava. Gli slovacchi sono gemellati con i cugini viola dell’Austria Vienna e la trasferta dei tifosi del Rapid è stata da brividi. Sulle acque del mitico fiume Danubio con diversi battelli pieni di vessilli biancoverdi. Qualificazione raggiunta con un totale di 5-2 per gli austriaci.

Superato il terzo turno, ecco gli spareggi contro i romeni dello Steaua Bucarest: il 23 agosto si gioca a Vienna davanti a 19.300 spettatori. Finisce 3-1 per il Rapid e nel ritorno ci sarà da tremare. In Romania è dura ma la Steaua vince solo 2-1 e i viennesi raggiungono la fase a gironi.

Nel gruppo G arrivano secondi solo per differenza reti inferiore rispetto ai più navigati spagnoli del Villarreal. Entrambe con 10 punti in cassaforte e dopo aver eliminato club blasonati come Rangers Glasgow e Spartak Mosca!

SK Rapid Wien v. Rangers F.C.

Il Rapid affronterà l’Inter nei sedicesimi di finale e la prima gara sarà disputata il 14 febbraio in Austria mentre il ritorno a Milano il 21.

Ad ovest di Vienna, nel quartiere di Hütteldorf, nel 2016 è stato inaugurato il nuovo stadio del Rapid, l’Allianz Stadion capace di ospitare quasi 25 mila spettatori. Un piccolo e caloroso gioiellino, con un ottima visuale rispetto al mitico Prater, sede di numerose finali delle coppe europee.

Il mister è Dietmar Kühbauer, ed il suo schema ideale è il 4-2-3-1. Poco prima di Natale il Rapid ha perso il derby con l’Austria Vienna addirittura 6 a 1! Una macchia dura da cancellare e con gli ultras sul piede di guerra visto che la loro squadra del cuore è ottava su dodici formazioni!

L’allenatore austriaco Kühbauer ha militato dal 1992 al 1997 nel centrocampo del Rapid, prima di cambiare aria dopo la tragica morte della moglie Michaela e passare alla Real Sociedad. 55 presenze in nazionale e dopo tanta gavetta eccolo allenare proprio il Rapid dal 2018.

Il campionato austriaco da anni ormai è dominato dal Red Bull Salisburgo ed ora è nella fase finale della pausa invernale che terminerà il 22 febbraio proprio con la sfida fra Rapid e Salzburg!

Nella sua storia il Rapid è arrivato due volte alla finale di Coppa delle Coppe. Nel 1985 perse contro l’Everton e nel 1996 con il Paris SG.