Home MotoGP MotoGP, domani primo test 2019 a Sepang. Marquez: “Sarò prudente”

MotoGP, domani primo test 2019 a Sepang. Marquez: “Sarò prudente”

CONDIVIDI
Marc Marquez MotoGP 2019

MotoGP, domani primo test a Sepang: Marquez non al 100%.

Domani in Malesia scatta il primo test MotoGP del 2019. Come ogni anno, sarà la pista di Sepang ad ospitare i team della top class del Motomondiale. Tanta curiosità di vedere all’opera i piloti dopo la pausa invernale.

L’uomo da battere è sempre Marc Marquez, campione da tre anni consecutivi. Però lo spagnolo non sarà al massimo della forma in questo pre-campionato. Infatti, sta ancora recuperando dall’operazione di dicembre alla spalla sinistra. Serve del tempo prima di poter essere al 100%. Nei tre giorni di test malesi dovrà stare molto attento.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

Il fenomeno di Cervera è consapevole di non poter spingere oltre un determinato limite a Sepang. E in vista delle prime prove ufficiali del 2019 ha spiegato: «Finché non salirò sulla MotoGP, non saprò in che forma mi trovo.  Devo evitare di causare tendiniti o cose simili. Sono anche consapevole che se nel test non riuscirò a mettere insieme i giri che vorrei, ma è solo un test. Lasceremo tutti la Malesia con zero punti. Devo essere prudente e non buttare via le ore che ho passato a recuperare, i due mesi in cui ho lavorato e sono stato paziente».

Un Marquez molto saggio e conscio del fatto di doverci andare cauto appena salirà sulla sua Honda RC213V domattina. A seguirlo ci sarà anche il suo fisioterapista Carlos J. Garcia, che lo segue costantemente in queste settimane. Interpellato sulla situazione del sette volte campione del mondo, ha spiegato: «È stato necessario fermarlo un po’ perché se fosse dipeso da lui, il 7 gennaio sarebbe salito sulla moto. La spalla è messa meglio rispetto a com’era in tutto il 2018, senza dubbio: la sua mobilità è al 90%, mentre in termini di muscoli e forza motoria siamo al 75-80%. Ora serve dare stabilità all’intera articolazione, poi lui deve concentrarsi solo sulla guida, non sulla spalla, e far reagire il corpo».

Marc sa cosa fare, anche se non sarà facile per lui trattenersi dallo spingere al massimo. E’ consapevole di non poter rischiare nuovi guai fisici. Sarà prudente. Il team Repsol Honda deve già rinunciare a Jorge Lorenzo in Malesia. Il maiorchino si è fratturato lo scafoide sinistro in allenamento e dovrebbe farcela per il prossimo test pre-campionato in Qatar (23-25 febbraio). A sostituirlo il collaudatore Stefan Bradl, che già nei giorni scorsi era in Malesia a girare con gli altri tester.

 

Leggi anche -> MotoGP, Marquez: “Lorenzo da titolo. Rossi? Non ridarò la mano”

Matteo Bellan