Barcellona, parla l’ex Xavi: “Il bel calcio significa tenere palla. Guardiola è un maestro.”

Xavi
Xavi intervistato da Marca

Barcellona, l’ex Xavi attacca la Francia campione del mondo: “Hanno vinto perchè sono stati ordinati precisi e ripartivano in contropiede, non mi entusiasma un calcio così.”

Intervistato da Marca, l’ex centrocampista ha affrontato diversi temi.

> > Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport > > CLICCA QUI

LIGA: “Ne La Liga il calcio è migliorato. Da quanto c’è stato Guardiola c’è una nuova visione di approccio alla gara. Le partite sono più combattute e gli allenatori maggiormente preparati. Non credo ci sia così tanta differenza tra i top club e le altre squadre.”

FRANCIA: Il giocatore dell’Al-Sadd ha poi spostato la propria attenzione sulla Francia campione mondiale: “In un torneo così il risultato è quello che conta. Vedi la Francia, hanno vinto perché sono stati ordinati, precisi e…hanno giocato in contropiede con Griezmann e Mbappé. Non condivido, non mi entusiasma un calcio così, ma si impara anche da questo”. Non sono la verità assoluta, ma per me giocare bene significa tenere la palla”.

BEL GIOCO: Xavi ha infine espresso le proprie preferenze: “Il Chelsea di Sarri gioca bene. Per non parlare del Manchester City di Guardiola che è il numero uno del gioco e lo differenzia da tutti gli altri allenatori” – continua parlando di Messi  – “A Leo darei il Pallone d’Oro ogni anno. E’ incredibile”. E sul Real: “Loro hanno vinto le ultime Champions League. Fanno un altro tipo di calcio.”

LEGGI ANCHE: Calciomercato Barcellona, ufficiale: preso Murillo dal Valencia. Ecco la formula