Home Calcio River Plate-Boca Juniors, chi voleva giocare il ritorno e chi no. Svelati...

River Plate-Boca Juniors, chi voleva giocare il ritorno e chi no. Svelati i nomi

CONDIVIDI
River Plate-Boca Juniors – La storia del ritorno di Copa Libertadores

River Plate-Boca Juniors, svelati i nomi dei giocatori che avrebbero voluto giocare il ritorno
Esattamente 10 giorni fa si doveva disputare la finale di ritorno di Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors. Un 2 a 2 dopo l’andata che faceva presagire un grande spettacolo al Monumental e che invece si è trasformato in uno dei giorni più tristi del calcio argentino. A distanza di 10 giorni sono stati svelati anche i nomi dei giocatori che sarebbero scesi in campo nonostante il brutto momento.

La Conmebol pressava per disputare la partita di ritorno ed Angelici, presidente del Boca, comunicò la decisione alla squadra. Da quel momento in poi è partito il caso anche in casa Xenezeis. Carlitos Tevez, leader del gruppo, ha subito preso in mano la situazione, urlando che la squadra non sarebbe scesa in campo e che secondo il regolamento avrebbe dovuto vincere a tavolino. Uniti, insieme all’attaccante ex Juventus, Gago e Benedetto.

6 giocatori del Boca Juniors sarebbero voluti scendere in campo. Esteban Andrada, Wilmar Barrios, Sebastian Villa, Carlos Izquierdoz, Julio Buffarini e Ramón Abila. Lucas Olaza, Nahitan Nandez e Lisandro Magallán invece decisero di affidarsi alla scelta della maggioranza.

Gianni Infantino, presidente FIFA, e Alejandro Dominguez, presidente Conmenbol, pressavano per far rispettare il “Gentlemen’s Agreement” firmato da entrambe le squadre. Il patto però andò in fumo, Angelici decise di unirsi ai suoi giocatori e di non scendere in campo.

Ora la situazione sembrerebbe essersi calmata ma nonostante la richiesta del Boca Juniors, quella di vincere la coppa a tavolino, la finale di ritorno si disputerà a Madrid, in terra europea.

LEGGI ANCHE – Boxe, Adonis Stevenson finisce in coma dopo un k.o – VIDEO