Home MotoGP MotoGP, Dovizioso: “Lasciamo Jerez con le idee chiare”

MotoGP, Dovizioso: “Lasciamo Jerez con le idee chiare”

CONDIVIDI

dovizioso jerez test motogp ducati

MotoGP 2018, Jerez Test | Dovizioso fa il resoconto dopo il Day-2.

Andrea Dovizioso ha concluso con il settimo tempo generale questi due giorni di test MotoGP a Jerez. Oggi il pilota forlivese ha dovuto fare i conti con una mano dolorante. Ciò a causa di una caduta rimediata ieri e che aveva anche messo in dubbio la sua partecipazione alla sessione odierna.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le notizie della MotoGP CLICCA QUI

Il pilota della Ducati non è riuscito a migliorare il crono del Day-1. Ha fatto 28 giri, molti meno rispetto ai suoi colleghi più illustri e non solo. Sicuramente avrebbe voluto essere in condizioni migliori per proseguire il lavoro di sviluppo della Desmosedici GP19. Tuttavia, per fortuna la moto ha un’ottima base e si è mostrata già molto forte anche tra le mani del compagno Danilo Petrucci.

Queste le parole di Dovizioso al termine del Day-2 di test MotoGP a Jerez: «Penso che tutti sappiamo che i tempi sul giro alla fine di un test non significano nulla, specialmente se sono molto vicini. Puoi fare molto in un test. Ci sono piloti che spingono il 99%, mentre altri spingono l’80% e testano il materiale. Sono felice perché abbiamo fatto ciò che volevamo fare. Siamo riusciti confermare la sensazione che abbiamo già avuto a Valencia».

Il pilota della Ducati spiega che il tempo sul giro secco conta poco. E’ importante il lavoro fatto in termini di passo gara, cercando di migliorare più aspetti possibili della moto. Il forlivese è decisamente soddisfatto: «Petrucci e io abbiamo la stessa sensazione di Valencia, questo è importante. Sono felice, perché oggi sono stato in grado di usare il mio corpo normalmente. I progressi oggi sono stati molto, molto piccoli. Dovevamo solo confermare che il nostro passo e la nostra velocità sono giusti, specialmente con pneumatici usati. Ma noi vogliamo di più. L’obiettivo di questo test non era migliorare molto, perché non abbiamo avuto grandi cambiamenti e non ci aspettavamo che avremmo migliorato molto. Andiamo a casa con le idee chiare. Anche se abbiamo certamente bisogno di migliorare ulteriormente in alcune aree».

 

Leggi anche -> MotoGP, Jerez Test: classifica Day-2. Sorpresa Nakagami, 11° Rossi

Matteo Bellan