Home Formula 1 Formula 1, GP Monza salvo: garantiti 25 milioni per 5 anni

Formula 1, GP Monza salvo: garantiti 25 milioni per 5 anni

CONDIVIDI

monza gp italia f1 formula1

Formula 1, GP di Monza salvo: garantiti 25 milioni per cinque anni

La Formula 1 continuerà a correre il Gran Premio d’Italia a Monza. Dopo i dubbi delle scorse settimane, nelle scorse ore è stata trovata la soluzione. L’appuntamento presso lo storico circuito brianzolo è salvo.

La Regione Lombardia ha stanziato 25 milioni di euro a partire dal 2020 per mantenere il GP di Monza nel calendario del campionato. Questo contributo è necessario per il rinnovo della convenzione fra l’autodromo e la F1, che scade nel 2019. Scongiurato il pericolo di non avere il Gran Premio d’Italia tra due anni. E non è la prima volta che sorge tale timore, dato che già in passato c’erano stati problemi. Per fortuna superati.

Martina Cambiaghi, assessore regionale allo sport, ha così commentato ai microfoni dell’agenzia Ansa: «Questo è il primo passo, perché la priorità è sicuramente quella di batterci per rinnovare il contratto e continuare a mantenere fino al 2024 a Monza il più importante appuntamento sportivo internazionale che si svolge nel nostro Paese». La Formula 1 non può fare a meno della gara di Monza, una delle più sentite del campionato. Il pubblico italiano è quello più caloroso e sarebbe inimmaginabile non avere il GP d’Italia nel calendario.

Recentemente Liberty Media, società proprietaria della F1, ha annunciato che dal 2020 si correrà anche in Vietnam. Oltre a mantenere in vita i gran premi tradizionali, c’è voglia di espandersi anche in nuovi Paesi. La tappa sul circuito di Hanoi, ancora in costruzione, fa parte dei progetti espansionistici dei vertici del grande Circus delle quatto ruote. E pare ci sia una trattativa per portare il mondiale pure in Olanda, precisamente sul tracciato di Zandvoort che ha già ospitato trenta edizioni (dal 1952 al 1953, nel 1955, dal 1958 al 1971 e dal 1973 al 1985) del GP olandese.

Leggi anche -> Formula 1, ufficiale: dal 2020 si correrà in Vietnam

Di Matteo Bellan