Home Ciclismo Ciclismo, è tempo della Milano-Torino. 200 km di classica internazionale

Ciclismo, è tempo della Milano-Torino. 200 km di classica internazionale

CONDIVIDI
Colombia's Rigoberto Uran crosses the finish line of the tenth stage of the 105th edition of the Tour de France cycling race between Annecy and Le Grand-Bornand, French Alps, on July 17, 2018. (Photo by Marco BERTORELLO / AFP) (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Scatterà il prossimo 10 ottobre la corsa di ciclismo più antica del calendario internazionale, la Milano-Torino. Circa 200 chilometri super impegnativi, 15 i team partecipanti alla classica nazionale.

Si parte da Magenta in Lombardia, si arriva sul colle di Superga. La 99sima edizione della Mi-To si annuncia come sempre un susseguirsi di emozioni e suggestioni tra i paesaggi meravigliosi che legano le due regioni.

Il percorso si svilupperà nella prima parte su strade pianeggianti, larghe e rettilinee della pianura Padana, poi verso i territori di Abbiategrasso, Vigevano e la Lomellina fino al Monferrato. Sarà da questo punto in poi, spiegano gli organizzatori, che  la corsa comincia a muoversi con un classico saliscendi, gli strappi verso le colline come Lu, Altavilla Monferrato, Alfiano Natta, che portano al circuito finale. Gli ultimi 5 km che si ripeteranno due volte, salvo i 600 m finali che da Torino in Corso Casale, dove inizia la salita, portano alla Basilica di Superga.

La pendenza media è 9.1% con una punta attorno a metà salita del 14% e lunghi tratti al 10%. A 600 metri dall’arrivo la svolta a U verso sinistra per affrontare la rampa finale all’8.2% e quindi ultima curva a 50 m dal traguardo.

Le ultime due edizioni sono state vinte da due atleti colombiani, Miguel Angel Lopez nel 2016 e Rigoberto Uran nel 2017.