Home ALTRI SPORT Rugby, la storia di Semesa Rokoduguni: dall’Afghanistan a Twickenham

Rugby, la storia di Semesa Rokoduguni: dall’Afghanistan a Twickenham

CONDIVIDI
Semesa Rokoduguni inghilterra fiji
Semesa Rokoduguni (getty images) SN.eu

CURIOSITÀ RUGBY LA STORIA DI SEMESA ROKODUGUNI – L’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’ dedica una pagina alla bellissima storia di Semesa Rokoduguni centro-ala della nazionale inglese di rugby. Nato il 28 agosto 1987 a Nausori, città delle Fiji, sabato scorso il ct dell’Inghilterra, Eddie Jones, lo ha schierato a Twickenham proprio contro le ‘sue’ Fiji. La sua storia è molto particolare,  inquadrato nelle Royal Scots Dragoon Guards, reggimento corazzato dell’esercito britannico, tre anni orsono, ha trascorso sei mesi nella provincia dell’Helmand, a sud-ovest di Kabul: “Prima di partire ci siamo preparati per due anni, ma in guerra non puoi commettere errori. Due miei compagni sono stati feriti e un marine è morto proprio nella settimana in cui siamo arrivati. E’ saltato su una mina anti-uomo”.

“Quando sono tornato dall’Afghanistan la mia visione della vita era cambiata. La parola d’ordine era diventata cogliere tutte le opportunità, perché potrebbero non ripresentarsi più”, da qui la scelta di dedicarsi al rugby professionistico, che sabato gli ha regalato anche due mete, rifiutando anche la chiamata della nazionale della sua patria, scegliendo quella della ‘Rosa.