SERIE A. NICCHI: “La moviola in campo? Se arriva, il calcio è finito”

(getty images)
(getty images)

RASSEGNA STAMPA – Di moviola si rischia di parlare più per strada che nell’International Board. Infatti come riporta l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, nella giornata di ieri è arrivata l’opinione di Marcello Nicchi, presidente degli arbitri italiani, riguardo una presunta ipotesi di ‘moviolizzare il calcio’, ecco la sua risposta: “Arbitri di porta: ok. La moviola in campo? Più se ne parla e peggio è. Contano i fatti. La tecnologia applicata al “gol-non gol” funziona ed è costosa.Ma se arriva la moviola in campo il calcio è finito”Sono tanti i problemi proposti dalla moviola:

1)Intanto il tempo effettivo: se si interrompe il gioco come si recupera?
2) Poi il dubbio, sempre incombente, visto che neanche le moviole tv sciolgono tutti gli equivoci
3) Naturalmente la decisione finale: dovrebbe competere all’arbitro, ma come andare a edere la tv? E se fosse un giudice esterno la sua parola non finirebbe con il prevalere?
4) Altra considerazione: quando? Tutti i casi o soloquelli in area?
5) Ancora: quando fermare il gioco? Tutte le volte che l’arbitro lo ritiene?