Home Calcio JUVENTUS. CONTE: “La nostra è stata una marcia trionfale”

JUVENTUS. CONTE: “La nostra è stata una marcia trionfale”

CONDIVIDI

Il tecnico parla anche del futuro: “Voglio rimanere qui ma è giusto sedersi ad un tavolo e parlare”…

(getty images)
(getty images)

Ecco le parole di Antonio Conte ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria della Juventus contro il Palermo che ha regolato lo scudetto ai bianconeri: “La nostra è stata una marcia trionfale, siamo contenti e soddisfatti. Il merito va ai ragazzi, sono stati straordinari per tutta la stagione; sono orgoglioso di loro, non era facile vincere un altro scudetto. La Champions ha tolto energie importanti, ma la squadra è stata eccezionale sotto tutti i punti di vista. Non finirò mai di ringraziarli, i ragazzi sono stati i veri artefici del tricolore. Ringrazio anche la società e il mio staff, presente soprattutto all’inizio vista la mia squalifica. Il momento più difficile della stagione? La sconfitta casalinga contro l’Inter ci ha fatto capire tante cose, l’inizio di stagione è stato eccezionale. In altre gare la sorte ci ha dato una mano, come in occasione della rimonta col Genoa. Contro i nerazzurri è stata la prima sconfitta, il ko ci ha riportato con i piedi per terra anche se la squadra non è mai stata presuntuosa. La gara che mi ha fatto molto male è stata quella casalinga contro la Sampdoria, dove ci siamo fatti rimontare in superiorità numerica. Il futuro? Sto benissimo alla Juventus e sono nel posto in cui ho sempre sperato di essere quando ho iniziato ad allenare. Il mio sogno era quello di allenare la Juve e vincere in bianconero, soprattutto dopo due stagioni eccezionali è normale che l’asticella si alzi. È giusto sedersi al tavolo con la società in maniera serena, sarò sempre grato ad Andrea Agnelli. Avrò un debito nei suoi riguardi e per questo voglio che tutte le situazioni siano sempre chiare. Voglio il bene del club, alzare l’asticella vuol dire che bisogna lottare ancora per lo scudetto e migliorare il nostro cammino in Europa. I tifosi chiedono la Champions, ma bisogna essere realisti e capire dove possiamo arrivare. La Champions? Dopo l’eliminazione col Bayern siamo stati investiti da tante critiche. Si parlava di una Juve non all’altezza dei bavaresi, ma dopo la gara dell’andata ero tranquillo in quanto la formazione bavarese si è dimostrata superiore. L’essenza della Juve è vincere, si parte sempre per conquistare ogni torneo. A fine stagione ci confronteremo con il club, i tifosi devono essere però soddisfatti perché in questi due anni abbiamo bruciato le tappe“.