Home Calcio CALCIOSCOMMESSE. PALAZZI: “A Bari chiuderemo in fretta”

CALCIOSCOMMESSE. PALAZZI: “A Bari chiuderemo in fretta”

CONDIVIDI
(Getty images)
(Getty images)

IL MESSAGGERO – RASSEGNA STAMPA – (C. Santi) – Palazzi va di corsa. Il procuratore della Federcalcio è al lavoro con il suo staff all’indagine relativa al filone Bari-bis del calcioscommesse. Gli interrogatori sono cominciati lunedì e termineranno il 12 marzo dopo avere ascoltato, soprattutto come atto dovuto, Conte che sarà negli uffici in via Campania il giorno prima. Ieri Palazzi, pur non sbilanciandosi sui tempi per gli eventuali deferimenti, ha affermato che il lavoro verrà chiuso in tempi brevi. “Abbiamo un’indagine che a livello penale è terminata – ha spiegato – e noi cercheremo di fare nel più breve tempo possibile”. Adesso il lavoro è concentrato, dopo aver studiato le carte della Procura della Repubblica di Bari, sugliinterrogatori dei protagonisti e per questo sono state convocate 31 persone“Dovremo valutare gli esiti degli interrogatori per poter trarre considerazioni. Se non arriveremo a una conclusione per definire ogni situazione, saremo costretti a fare un’ulteriore attività istruttoria”. Ieri intanto gli inquirenti hanno ascoltato diversi giocatori, gli ex baresi BiancoDe Vezze, Bonanni, Parisi e Santoruvo che sarebbe stato, secondo il pentito Andrea Masiello, il portavoce della proposta dei giocatori del TrevisoL’inchiesta di Bari da chiudere in fretta non solo per evitare questioni con possibili prescrizioni anche se, ha precisato Palazzi, dal luglio 2007 i tempi sono diversi, mentre per quanto riguarda il filone cremonese, che coinvolge il capitano della Lazio, Stefano Mauri, occorrerà attendere. “Sono ancora in corso delle indagini da parte della Procura di Cremona. In ogni caso sono in contatto con ilprocuratore Di Martino, con il quale ho un ottimo rapporto, per gli sviluppi”. Fa capire, il pm del pallone, che tutto slitterà a campionato finito.