Home Calcio MERCATO INTER. Rivoluzione a centrocampo presi anche Schelotto, Kuz e c’è Laxalt

MERCATO INTER. Rivoluzione a centrocampo presi anche Schelotto, Kuz e c’è Laxalt

CONDIVIDI

(getty images)

LA GAZZETTA DELLO SPORT – RASSEGNA STAMPA – (L. Bianchin, L. Taidelli) – Il Kuz, il Galgo e la baby mezz’ala tutta da scoprire. Sfumato (per gennaio) il sogno Paulinho, il mercato last minute dell’Inter si concentra tutto nello stesso reparto. Kuzmanovic e Schelotto potranno essere molto utili da subito a Stramaccioni, mentre Kovacic e Laxalt sono talenti di enorme prospettiva. Kuzmanovic, 25enne nazionale serbo arriva dallo Stoccarda. Incursore dal buon tiro da fuori, è un ‘animale’ più da corsa che di fino. E’ una mezzala d’assalto. Non un regista. L’Inter lo preleva dal club tedesco — contratto in scadenza a giugno — per 1,2 milioni. Ieri la firma su un contratto fino al 2017 e visite mediche. Oggi dovrebbe svolgere il primo allenamento in nerazzurro, al fianco del connazionale StankovicSchelotto, 23 anni, è invece l’esterno destro tanto bramato da Strama. Non a caso in Argentina lo hanno soprannominato ‘Galgo’, cioè il levriero: ha una corsa potente, veloce, resistente. Ha doti atletiche da mezzofondista che gli permettono di coprire l’intera fascia con grande naturalezza. Predilige puntare l’avversario e superarlo sfruttando, più del dribbling, le doti fisico-atletiche. È costato 3,8 milioni più la metà di Livaja e ha firmato un quadriennale. Anche lui è atteso già oggi alla Pinetina. Quello di Laxalt è invece il nome nuovo. Sulle orme di Recoba, il 19enne uruguaiano del Defensor, che piaceva anche al Benfica, è impegnato nel Sub 20 dove ha segnato anche una rete nella vittoria sul Brasile. È una mezz’ala sinistra che ha dinamismo, piedi buoni e visione di gioco per fare anche il regista. L’Inter per il suo cartellino ha offerto 2,75 milioni, superando cosi l’offerta della Lazio, ferma a 2,5. Come confermato dall’agente Fifa Vincenzo D’Ippolito, mediatore dell’affare, il ragazzo ha detto di sì. Laxalt aspetta però il passaporto italiano, grazie al bisnonno palermitano: l’Inter farà alla Lega una richiesta di tesseramento condizionata all’arrivo del documento entro 10 giorni. Altrimenti lo prenderà a giugno.