Al VERANO spuntano scritte contro PAPARELLI nell’anniversario della sua morte (FOTO)

IL MESSAGGERO.IT Vergognosa frase apparsa sul muro all’esterno del cimitero: ‘ Morto un Papa…relli se ne uccide un altro’…

(getty images)

 

Nel giorno del trentatresimo anniversario della morte di Vincenzo PAPARELLI un nuovo spiacevole episodio riaccende la tensione. Sul muro di cinta del Verano, proprio all’incrocio tra la Tangenziale est e il tronchetto dell’A24, dove transitano migliaia di automobilisti al giorno,ieri mattina è comparsa una scritta vergognosa: «Morto un papa…relli se ne uccide un altro». Non a caso è stata scelta la giornata di ieri per vergare quella oltraggiosa scritta alla vigilia della morte di Vincenzo Paparelli. Secondo quanto riportato dall’edizione online de “Il Messaggero” nella giornata di ieri  qualcuno ha voluto riaccendere l’attenzione sul prossimo derby che si disputerà a casa della Lazio l’11 novembre. A quella data mancano due settimane ma a quanto pare c’è chi ha sfruttato questa triste ricorrenza per ricordare che la stracittadina romana è una partita a grande rischio. Quel famoso 28 ottobre 1979 Vincenzo PAPARELLI, nel prepartita del match tra Lazio e Roma, fu colpito al volto da un razzo sparato dalla curva opposta e morì poco dopo prima di arrivare in ospedale. A due settimane dalla stracittadina, queste scritte non sono altro che un modo per accendere la rivalità e la tensione tra le tifoserie soprattutto andando a toccare chi, purtroppo, non può difendersi.

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTO