Home Calcio CALCIOMERCATO. YILMAZ è sfumato. PETKOVIC trova la vecchia LAZIO

CALCIOMERCATO. YILMAZ è sfumato. PETKOVIC trova la vecchia LAZIO

CONDIVIDI

RASSEGNA STAMPA – LA GAZZETTA DELLO SPORT – (Davide Stoppini) – Il turco a un passo dalla Lokomotiv: il tecnico blocca le cessioni. Matuzalem non dà notizie…

(getty images)

 

Curiosità, ma anche scetticismo: dipende dall’inquadratura della telecamera. La ripresa è fissa sulla Lazio, che oggi parte in ritiro. Un anno fa entusiasmo era la parola d’ordine: cinque acquisti già chiusi, due che sarebbero arrivati di lì a pochi giorni, una squadra di fatto già costruita. Oggi tra i 29 convocati per Auronzo c’è una sola novità: Ederson. E allora tutta la pressione è sulle spalle di Vladimir Petkovic. Il nuovo tecnico aspettava Yilmaz: non arriverà. Meglio valutare tutti, magari tra Floccari e Zarate si scopre che l’attaccante è già in casa.

 

In prova. Chiamatelo ritiro, oppure giro di ricognizione: Petkovic come Fernando Alonso, 18 giorni per capire che Lazio ha tra le mani, solo dopo gli eventuali affondi sul mercato. Perché in cassa oggi ci sono giusto gli 8 milioni che più o meno erano stati stanziati per Yilmaz. La trattativa aveva preso una strada sbagliata negli ultimi giorni, Lotito si era stufato e aveva detto stop ai continui rilanci del Trabzonspor. Ieri il club turco ha chiuso l’affare con la Lokomotiv Mosca: al sì manca solo la firma del giocatore, che in testa aveva la Lazio. Fino a che non arriverà, la Lazio conserva una piccolissima speranza. La verità è che, se Petkovic non si innamorerà di Floccari e/o Zarate, sarà caccia alle alternative. E i nomi sono quelli di Hugo Rodallega, colombiano del Wigan, Emmanuel Mayuka,Young Boys e Nilmar, Villarreal.

Giallo Matuzalem. Tra i convocati per oggi ci sarebbe anche Matuzalem, che era atteso a Roma ieri ma di cui nessuno è riuscito ad avere notizie. Il brasiliano è sparito: sarebbe dovuto atterrare a Roma nel tardo pomeriggio, ma fino a ieri sera il suo telefono era spento. In linea teorica il programma prevede che stamattina svolga le visite mediche a Roma e che in serata raggiunga i compagni in ritiro. Ma non si possono fare più previsioni: scontata la multa al suo ritorno, scontato pure che la Lazio cercherà di piazzarlo altrove. In uscita ci sarebbe pure Luis Cavanda, che però è stato precettato: Radu si opera domani al ginocchio, ad Auronzo serve un laterale in più. Proprio in quel ruolo la Lazio cerca una soluzione sul mercato. Dice Tare: “Faremo ancora 2 o al massimo 3 acquisti”. Un attaccante, un terzino ed eventualmente un centrale difensivo. A patto di non perdere Diakite: oggi incontro tra Lotito e il suo agente, ci sono 400 mila euro di distanza per il rinnovo fino al 2017. Lavori in corso, per tutta la Lazio.