IL PUNTO SULLA LIGA. Messi e Ronaldo protagonisti, ma il Real è sempre a + 10

(Getty images)

Il campionato spagnolo è ormai entrato nella sua fase più importante visto che le due principali formazioni accreditate a vincere il titolo, Real Madrid e Barcellona, saranno impegnate anche in Champions League, formazione in cui entrambe tengono a ben figurare, anche se nel caso della Liga sembra ormai difficile per il Barcellona recuperare il distacco che continua a essere di dieci punti e per questo dopo alcuni anni i blaugrana potrebbero trovarsi ad abbandonare il titolo di campione in carica.

L’ultimo turno che è stato disputato nel weekend è stato il venticinquesimo e come spesso capita a emergere nelle occasioni più importanti sono proprio i grandi campioni che fanno la differenza e che in questo caso sono Cristiano Ronaldo e Lionel Messi, entrambi autori di grandissime prove nelle rispettive partite e di far vincere i due club. A dare un’ennesima dimostrazione del proprio talento è stato prima Cristiano Ronaldo, arrivato già al suo ventinovesimo gol stagionale, e in grado di incantare la platea con un grandissimo colpo di tacco finito in rete che ha permesso di battere il Rayo Vallecano, ma il giorno successivo è arrivata anche la risposta dell’argentino che si p messo in evidenza per avere tirato una punizione dalla traiettoria incredibile calciata dal vertice sinistro dell’area di rigore che ha fatto poi finire il pallone nel “sette” dell’angolo più lontano e costringendo così l’Atletico Madrid alla sconfitta.

Grazie a questi due risultati il Barcellona si riporta a una distanza di dieci punti dalla squadra allenata da Mourinho, una differenza non incolmabile ma certamente non indifferente visto che sono sempre meno le giornate che mancano da qui alla fine della stagione, anche se sorprende che per la prima volta a dichiarare la “resa” sia lo stesso Guardiola, uno dei principali artefici dei successi blaugrana degli ultimi anni, che è arrivato a dichiarare incolmabile il gap in classifica. Nonostante il successo e la forza indiscussa del Barca, Guardiola ha così sottolineato come la volontà sua e dei giocatori da lui guidati in queste quattordici giornate che mancano da qui alla fine della Liga sia quella di continuare a dare il meglio in campo, anche se le speranze di confermare il titolo di campione di Spagna sono ormai ridotte al minimo.

Le possibilità per il Barcellona di portare a casa altri trofei ad eccezione del campionato rimangono comunque intatte visto che il club di Rosell tiene molto a obiettivi come la Champions League e la Coppa del Re, anche se di questa situazione non può che essere felice Mourinho che nei mesi passati ha più volte ribadito che vincere il campionato dia molta più soddisfazione proprio perchè si dimostra la continuità di una squadra nell’arco di diversi mesi. 

Ilaria Macchi