INTER. Ranieri sulla sfida al Genoa: «Nessuna svolta, zitti e pedalare!»

INTER. Ranieri sulla sfida al Genoa: «Nessuna svolta, zitti e pedalare!»

Il tecnico nerazzurro presenta la partita in conferenza stampa

(Getty images)

Claudio Ranieri presenta in conferenza stampa la gara di domani contro il Genoa. L’Inter recupererà alle 20.45 la partita che era stata sospesa a causa dell’alluvione che aveva colpito il capoluogo ligure.  “Vincere domani non avrebbe nessun significato in particolare, se non quello di aggiungere tre punti in classifica. Nessuna svolta, sapete come la penso, noi stiamo continuando a lavorare come abbiamo sempre fatto e domani sera dobbiamo fare bene contro una squadra che sa giocare al calcio, che ha tanti giocatori nuovi, che ha saputo organizzarli bene e dopo averlo vista giocare a Siena non posso che dire bene del Genoa. Noi dobbiamo pensare solo a noi, alla nostra strada, che non è libera da incidenti. Quindi, zitti e pedalare”.

Nella lista dei convocati è stato inserito Diego Forlan. Sulla situazione infortunati, il tecnico nerazzurro prosegue: “Porterò Milito a Genova, ma deciderò solo domani nella rifinitura se schierarlo in campo o meno. Forlan verrà in panchina: è un giocatore immenso, stupendo, di classe, temperamento e che farà sicuramente bene all’Inter. È voglioso, bisogna tenerlo con le catene, vorrebbe giocare sempre; è come Sneijder: dicono sempre di stare bene e per questo dobbiamo essere noi a saperli gestire. Forlan è un giocatore moderno, una punta che sa giocare in più ruoli e che pensa al lavoro di squadra e questo è molto importante. Maicon non convocato? Preferisco non rischiarlo, rientrerà alla prossima. Avevo già spiegato che, al rientro dopo un infortunio, avrei dato dei turni di riposo. Lo avevo annunciato a Maicon: giochi con la Fiorentina, riposi con il Genoa, torni con il Cesena”.

Nelle ultime uscite l’Inter si sta riprendendo, merito anche di una difesa che subisce meno gol rispetto alle prime gare della stagione: “Avevo la percezione che avevamo fatto dei notevoli passi in avanti, siamo più solidi, ma questo è dovuto a tutta la squadra che aiuta nel momento di non possesso palla. Le punte non sono più i finalizzatori ma anche difensori, lo hanno fatto sia Pazzini che Milito, che pure non avendo segnato ha fatto un gran lavoro per la squadra”.

Capitolo calciomercato, inevitabile alla vigilia di Genoa-Inter, parlare di Kucka: “L’anno scorso ha fatto vedere buonissime cose e qui mi fermo, lascio la società fare le dovute consideraizioni. Non ho mai parlato di queste cose proprio perchè il mio giudizio va sempre dato alla società, non a voi giornalisti. Perchè parlo del passato? Perchè quest’anno Kucka ha giocato davvero poche partite e non posso giudicarlo per poche partite”.

Gestione cookie