MANCHESTER CITY. Mancini: “Orgoglioso di aver vinto qualcosa all’estero”

(Foto Getty Images)

 

L’allenatore del Manchester City Roberto Mancini ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport24.

Ieri hai vinto a Wembley, dove forse hai avuto la più grossa delusione della tua storia da calciatore.

Quello era il vecchio Wembley, questo è il nuovo.

Qual è la differenza tra vincere una FA Cup in Inghilterra e una Coppa Italia?

A me piacerebbe dire che la Coppa Italia è molto più importante, ma purtroppo non è così, perché comunque  la Coppa d’Inghilterra è il trofeo più vecchio al mondo e in Inghilterra, non dico che vale la Premier League, però è un trofeo per il quale fermano il campionato, giocano le partite di sabato, è importantissimo. Si è visto ieri, tutto quello che c’era intorno a questa partita, tutti i tifosi che si spostano, il Primo Ministro che fa la premiazione, è molto importante.

Balotelli si è reso conto di essere stato il “man of the match”? Mette la testa a posto?

Forse questa è stata la sua forza ieri: ha giocato bene perché non si è reso conto. Io spero che questa partita, che comunque è stata molto importante per il City, per lui possa essere, se sarà bravo, la svolta della sua carriera. Adesso è ora per lui, dopo un anno in Inghilterra, di dimostrare che può migliorare come uomo e spero che questo lo porti a migliorare come calciatore, che gli sia d’aiuto e che gli serva molto.

È vero che l’avrebbe cambiato dopo 15 minuti se non avesse fatto il bravo?

Sì sì, assolutamente, io sapevo che l’avrebbero anche un po’ provocato, tanto è vero che ha preso quella gomitata. È rimasto tranquillo, era importante per noi che lui giocasse bene, che in quella zona di campo potesse mettere in difficoltà il suo avversario diretto. Così ha fatto: ha giocato per la squadra, ha difeso bene, ha avuto occasioni per fare gol, il portiere è stato bravissimo. Ha fatto quello che deve fare e se lo farà con continuità, credo che potrà migliorare molto.

Quanti soldi ti darà lo sceicco per l’anno prossimo?

Non lo so, adesso vediamo quello che potremo fare per l’anno prossimo. Sicuramente qualcosa faremo perché giocare in Premier e in Champions League non sarà semplice. Cercheremo di migliorare la squadra.

Cos’è successo a Manchester, visto che ieri ha vinto anche lo United?

Credo che sia la prima volta che le due squadre vincano una il campionato e una la coppa, quindi credo sia stato un giorno importante per Manchester.

Il programma della prossima settimana.

Noi giochiamo martedì il recupero contro lo Stoke, ancora, e poi domenica contro il Bolton, con la speranza che l’Arsenal perda punti per cercare di arrivare terzi, però credo sia abbastanza difficile.

Il made in Italy vincente.

Noi siamo orgogliosi di essere riusciti a vincere qualcosa all’estero.

Un in bocca al lupo per la Samp.

Spero tanto che la Samp riesca a salvarsi, speriamo che anche la sorte la aiuti.