ROMA, squadra contestata a Trigoria dopo la sconfitta contro il Napoli

Dopo la sconfitta di ieri sera all’Olimpico contro il Napoli, Trigoria diventa teatro della manifestazione di insofferenza dei tifosi giallorossi. E’ proprio al Centro Tecnico ‘Fulvio Bernardini’ che i sostenitori romanisti gridano tutto il proprio disappunto nei confronti della squadra che li ha profondamente delusi nelle ultime giornate. A regalare qualche sorriso ci pensano i ragazzi del settore giovanile. E tra rumors di mercato e le ultime sulla questione societaria, si consuma un’altra domenica di campionato. Oggi anche l’addio al giornalista Eolo Capacci.

TRIGORIA, L’ALLENAMENTO – La squadra si è ritrovata al ‘Fulvio Bernardini’ poco prima delle 11,00 di questa mattina. Un’aria pesante – condita dalla scritta ‘INDEGNI’ – ha accolto Ranieri, Totti &Co. a Trigoria per la prima seduta in vista dell’andata degli ottavi di finale di Champions League in programma mercoledì prossimo contro lo Shakhtar (che sarà privo di Kucher). Il team giallorosso si è presentato sul terreno di gioco con 30 minuti di ritardo rispetto all’orario preventivato. Prima, infatti, i calciatori si sono guardati negli occhi all’interno degli spogliatoi per fare chiarezza dopo la disfatta dell’Olimpico e in vista del prossimo importantissimo impegno. Alle 11,30, poi, ecco l’entrata in campo. Fuori le mura del centro tecnico una trentina di sostenitori. Chi ha giocato ieri sera ha svolto defaticante, gli altri si sono dedicati ad una fase di riscaldamento e ad esercizi di tecnica individuale. Anche per Pizarro, oggi, è stata giornata di defaticante. Ricordiamo che ieri ha disputato 90 minuti con la Primavera ed aveva bisogno di smaltire le tossine accumulate.  Fin dall’inizio della seduta si è capito che non sarebbe stata una giornata tranquilla. Molte le grida dei tifosi nei confronti della squadra, tra queste anche delle espressioni come “Andatevene a casa, giochiamo noi” o “Laziali“. Il più bersagliato è esto il tecnico Ranieri che è stato anche invitato a lasciare la panchina giallorossa. A bordocampo Pradé, Montali e B. Conti. Non era presente, invece, Rosella Sensi, che ha espresso tutto il proprio dispiacere ieri sera allo stadio. In molti avevano ipotizzato un ritiro anticipato per la squadra. Ipotesi presto scongiurata.

http://www.romanews.eu/news.asp?pagID=85&newsID=1497