Nuoto, trofeo ‘Nico Sapio’: conclusa anche la seconda giornata. I risultati

nuoto trofeo 'nico sapio'

fonte foto: federnuoto.it

RISULTATI NUOTO TROFEO NICO SAPIO – Si è conclusa anche la seconda giornata del trofeo ‘Nico Sapio’ in vasca da 25 metri. Dopo i risultati di ieri, andiamo a leggere quelli di oggi. Tutti i fari erano puntati principalmente su Federica Pellegrini, la quale chiude in testa nei 100 stile libero in 53″30, davanti all’olandese Kim Bush e all’altra azzurra Aglaia Pezzato. Ottima prestazione anche per Filippo Magnini, che sale sul gradino più alto del podio nei 200 stile libero, superando nel finale Ben Schwietert, il quale era sempre rimasto in testa.

Gli altri risultati

Ancora show di Simona Quadarella che, dopo i 400 stile libero di ieri, si impne nella distanza doppia col personale di 8’17″92, limando il suo precedente di oltre un secondo (8’19″69). Per la diciottenne allieva di Christian Minotti quarto all time italiano ex-aequo con Diletta Carli, oggi seconda in 8’28″39. Ancora uno squillo per l’altoatesina Laura Letrari brava anche nei 100 misti dove stacca il primo gradino in 1’00″39 col record dei campionati.

Dopo i 100 doppietta nei 200 delfino  anche per Ilaria Bianchi che vince in 2’09″09 battendo la primatista italiana Alessia Polieri seconda in 2’10″38. Spettacolo nei 50 rana con un testa a testa dal profumo internazionale: Fabio Scozzoli dimostra forma fisica e tecnica oliata andandosi a prendere titolo e tempo limite per euroindoor (26″21), davanti al bronzo iridato di Windsor ’16 il brasiliano Feliper Lima secondo in 26″39. Terzo Nicolò Martinenghi che chiude col personale di 26″60 (prec. 26″82). Mezz’ora più tardi podio fotocopia anche nei 100 rana: Scozzoli (58″28), Lima (58″52), Martinenghi (58″57).

Buona prova nei 400 misti per la diciassettenne del Team Lombardia Anna Pirovano, che nuota i 4 stili col personale di 4’33″56 record della manifestazione e diventa la sesta performer italiana. Domina ancora nel dorso l’americana Katheleen Baker, argento olimpico a Rio de Janeiro, che dopo i 200 vinti sulla Pellegrini, sgassa anche nei 100 chiudendo con il quarto tempo mondiale dell’anno in 56″67, davanti alla compagna Helen Moffitt (59″33).

Vola nel dorso anche Lorenzo Mora, ventunenne Fiamme Rosse, che si impone nei 200 dorso in 1’57″85, nuotando il suo secondo migliore dopo esser stato per tre quarti gara sotto al record italiano di Simone Sabbioni (terzo in 1’56″16). Lo stesso primatista italiano romagnolo, che da quest’anno si allena a Verona con Matteo Giunta, vince i 50 dorso con un solido 23″97 record della manifestazione.

Appuntamento tra sette giorni con il trofeo Mussi Lombardi Femiano. Sabato 18 alle 17.30 diretta Rai Sport con tutti i campioni azzurri per la seconda prova verso Copenaghen.

QUI TUTTI I RISULTATI

fonte: federnuoto.it