28495 1313138864116 1100005908 30741761 1643108 n 300x212 GIOVANISSIMI NAZIONALI LAZIO, doppio Stetsula e i biancocelesti continuano a sognare

LAZIO: De Angelis, Perocchi, Costalunga, Mattia (29’st Moretti), Bonacini, Valentini, Tentoni, Stetsula (25’st Maciucca), Milani (31’st Di Vito), Murgia (20’st Gattamelata), Palombi ( 36’st Viscuso). All.: Fabbro

SIENA: Conti, Mulas, Rizzo, Ceccarelli (12’st Venuto), Lombardi, Pantiferi, Priorelli (25’st Ciolli), Ballantini (18’st Carletti), Viciani, Strano, Bakkai (18’st Batigagni). All.: Recchi

ARBITRO: Giuliani di Romadue.

MARCATORI: 4’pt Viciani, 8’pt e10’st Stetsula

AMMONITI: Ceccarelli

PRIMO TEMPO

La gara si mette subito in salita per la Lazio perché al 4’ il Siena passa in vantaggio: Bakkai si incarica di battere un calcio d’angolo e mette in area un pallone invitante per il gigante Viciani, che dalla breve distanza batte il portiere di testa. I biancocelesti reagiscono subito allo svantaggio e all’8’ conquistano un calcio piazzato dalla sinistra: sul pallone va Mattia e con un bel cross teso serve al centro Stetsula, che ruba il tempo ai difensori avversari e di testa gonfia la rete. Raggiunto il pareggio, la squadra di Fabbro continua a spingere e poco dopo confeziona un’altra buona occasione: dalla destra Tentoni si libera bene e lascia partire un tiro rasoterra che Milani in area tenta di girare verso la porta di prima, ma è ottima la reazione di Conti, che respinge la conclusione.  Al 26’ è Murgia a proporsi in avanti: il numero dieci laziale si invola sulla destra, conquista il fondo e da posizione defilata cerca di sorprendere Conti con un diagonale potente, ma il portiere bianconero è ancora una volta ben posizionato e salva la propria porta. A pochi minuti dall’intervallo, Murgia tenta di entrare in area da sinistra, Ceccarelli lo stende al limite e il direttore di gara concede la punizione a favore dei biancocelesti e ammonisce il difensore senese. Alla battuta del calcio piazzato va Milani, che mette in al centro un bel cross teso sul quale Murgia e Costalunga non arrivano di un niente. Il primo tempo termina così, con la compagine capitolina che attacca ma non riesce a far male.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre come era finita la prima frazione di gioco, con la Lazio proiettata all’attacco: la gara è importante, vincere è fondamentale e i biancocelesti lo sanno. Al 10’ il tanto gioco costruito va vedere finalmente i suoi frutti: Perocchi ruba palla nella propria metà campo e serve sulla corsa Milani, che da destra si porta sul fondo e crossa sul secondo palo per Stetsula; l’autore del primo gol laziale controlla la sfera e, dopo una prima conclusione andata male, si coordina al meglio per scaricare in rete un bolide che si va a insaccare sotto l’incrocio dei pali. Nonostante il vantaggio acquisito, la squadra di Fabbro continua a spingere e al 17’ sfiora il 3 a 1: Stetsula recupera palla nel cerchio di centrocampo e appoggia per Tentoni, che vede Milani e lo serve con un bel passaggio filtrante; il numero nove laziale si gira in area e lascia partire una gran botta, ma Conti compie di nuovo un miracolo e devia sopra la traversa. Al 21’ si fa vedere in avanti il Siena con il neo entrato Carletti, che dal limite conclude in porta di potenza, ma De Angelis è bravissimo a toccare quel tanto che basta per mandarla sopra la traversa. Dopo questo break bianconero, la Lazio torna in attacco e lo fa con Maciucca, che dal fondo serve al centro dell’area Palombi e l’attaccante laziale calcia al volo, ma non trova lo specchio della porta. Negli ultimi minuti la Lazio gestisce bene il vantaggio e al triplice fischio dell’arbitro può festeggiare questa vittoria fondamentale che la porta a quota 45 punti.

LE PAGELLE

DE ANGELIS 6 E’ impreciso su qualche rinvio, ma in generale non commette errori fatali e difende bene la propria porta

PEROCCHI 7 Gara molto accorta la sua, difende con ordine e aiuta nelle ripartenze i suoi compagni

COSTALUNGA 6.5 Non si lascia mai sorprendere dalle avanzate avversarie e copre al meglio la sua fascia di competenza

MATTIA 7 Come sempre si erge a muro difensivo davanti all’area di rigore biancoceleste; quando esce, la difesa traballa un po’

BONACINI 6.5 Anche per lui una giornata decisamente posivita, i suoi centimetri sono utili soprattutto contro Viciani, l’altissimo attaccante senese

VALENTINI 6.5 Gara senza errori anche la sua, difende con ordine nel primo tempo, e nella ripresa, quando sale la tensione, non lascia spazi agli attaccanti avversari

TENTONI 6.5 Conduce una gara di quantità, mettendo da parte le sue grandi doti tecniche per mettersi al servizio della squadra e lo fa al meglio

STETSULA 8 Torna ad essere decisivo in una delle partite più importanti della stagione; oltre a realizzare la doppietta decisiva, serve molti palloni interessanti ai suoi compagni

MILANI 6.5 Incappa in una di quelle giornate in cui il pallone non vuole proprio entrare in rete; ma ci prova con caparbietà ad andare in gol e quando non ci riesce si trasforma in assist-man

MURGIA 6.5 La sua importanza nella manovre offensive laziali non si discute, è sempre pronto a sacrificarsi per la squadra e oggi in un paio di occasioni va davvero vicino al gol

PALOMBI 6 Prestazione altalenante la sua: perde qualche pallone di troppo sulla trequarti, ma si rende anche pericoloso in un paio di situazioni