roma lazio GIOVANISSIMI NAZIONALI LAZIO, poker della Roma nel derby

LAZIO-ROMA  0-4

LAZIO: De Angelis, Perocchi, Pingitore (1’st Patrizi), Gattamelata (26’st Ponziani), Mattia, Bonacini (5’st Viscuso), Tentoni, Maciucca (14’st Stetsula), Milani (18’st Di Vito), Murgia, Palombi (11’st Moretti). A disp.: Liotti. All.: Fabbro.

ROMA: Marchegiani, Ravot, Masciangelo, Capradossi, Montesi (15’st Ferrara), Ansini (15’st Condemi), Verde, Adamo, Ortenzi (10’st Musto), Shahinas (18’st Pellegrini), Damiani (1’st Steri). A disp.: Romano, Cesaretti. All.: Catini.

ARBITRO: Salama di Ostia

MARCATORI: 3′pt Verde, 21′pt Adamo, 26′pt Montesi, 15′st Ansini.

AMMONITI: Gattamelata

PRIMO TEMPO

La partita comincia subito in salita per la Lazio; infatti, al 3’ la Roma passa in vantaggio grazie a una splendida rete di Verde, che dai venticinque metri  lascia partire un sinistro imprendibile per De Angelis. La squadra di Fabbro prova a reagire al gol subito a freddo, ma la compagine ospite è brava a chiudere gli spazi in avanti e a ripartire in contropiede. Al 21’ arriva anche raddoppio dei giallorossi: l’azione parte sempre dai piedi di Verde, che mette al centro un bel pallone per Ortenzi; il numero nove della Roma cicca la sfera, ma favorisce l’incursione di Adamo, che dal secondo palo gonfia la rete. Subito il gol del due a zero, la Lazio si riversa in attacco e lo fa con Milani, che a tu per tu con Marchegiani calcia a botta sicura, ma il portiere giallorosso si supera e compie il miracolo, facendo suo il pallone su un tiro da posizione ravvicinata. Poco dopo è Palombi a tentare il diagonale da sinistra, ma la difesa devia e la sfera termina sul fondo di un niente. In un buon momento per la Lazio, gli ospiti trovano il tris: al 26’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è Montesi a battere De Angelis grazie a una bella realizzazione in acrobazia. Il primo tempo termina così, con la Roma nettamente in vantaggio e la Lazio che prova timidamente a reagire, imbattendosi nella solita sfortuna sotto porta.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa la gara fatica a decollare; la Roma è evidentemente appagata dopo il tre a zero raggiunto nel primo tempo, mentre la Lazio non riesce a trovare spazi in avanti per colpire e riaprire il match. Dopo questa fase di stallo, è la compagine giallorossa a chiudere i giochi: attorno al quarto d’ora arriva il poker con Ansini, che dal limite del’area batte De Angelis con un rasoterra potente e preciso. L”undici di Fabbro prova a reagire con orgoglio e al 22′ va vicinissima al gol con il neo entrato Stetsula, che raccoglie un assist da calcio d’angolo e di testa colpisce a botta sicura, ma Marchegiani è ancora una volta decisivo e con una mano devia la sfera sopra la traversa. Si esaurisce qui la voglia dei biancocelesti e la Roma non deve far altro che amministrare il risultato fino alla fine.