pomezia lazio 300x225 ALLIEVI NAZIONALI, il derby va ai giallorossi

LAZIO: Scarfagna, Serpieri (23’st Rosario), Cipriani, Oddo, Bassini, Pasquetto, Gnignera, Cataldi (36’st Barluzzi), Vivacqua, Rozzi, Andreoli (14’st Tira). A disp.: Cima, Arduini, Argenti, Cicerchia. All.: Perrone

ROMA: Proietti, Anastasio (37’st Muto), Ceccarelli, Rosato, Romagnoli, Cittadino (34’st Cossa), Frediani (32’st Ferri), terriaca (15’st De Marco), Pagliarini (25’st Spadari), Ricci, Verre. A disp.: Perilli, Viti. All.: Stramaccioni

ARBITRO: Brodo di Viterbo

MARCATORI: 5’pt Verre, 12’st Terriaca.

AMMONITI: Serpeiri, Cittadino, Andreoli. Romagnoli

PRIMO TEMPO

Nella prima frazione di gioco parte bene la Roma, che attacca con insistenza e dopo pochi minuti trova la rete del vantaggio. Al 5’ Verre calcia di potenza da dentro l’area, ma Scarfagna para; un minuto più tardi è sempre il capitano giallorosso a concludere di sinistro e a beffare il portiere laziale sul palo lontano. La compagine di Stramaccioni si porta, così, sull’uno a zero e l’undici biancoceleste si vede costretto a rincorrere. Al 13’ la Lazio prova a reagire con Andreoli, che dalla sinistra tenta il diagonale, ma la sfera lambisce il secondo palo e termina a lato. Attorno al ventesimo Vivacqua viene atterrato al limite dell’area e il direttore di gara assegna il calcio di punizione; batte Rozzi, ma la sua conclusione potente colpisce in pieno la barriera. Al 33’ lo stesso Rozzi, uno dei migliori tra le fila laziali, crossa dalla sinistra e mette in area un pallone invitante per Vivacqua, che svetta di testa, ma la sfera finisce a lato di un niente. Il primo temo termina così, con la Roma in vantaggio e con la Lazio che nei minuti finali sembra essere riuscita a prendere le misure agli avversari e che attacca con insistenza.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa, è la squadra di Stramaccioni a riprendere in mano le redini del gioco dopo che, nel finale di primo tempo, i padroni di casa sembravano in grado di trovare la via del gol. Al 4’ Frediani serve di mancino Terriaca, che dal centro dell’area piccola manca incredibilmente l’appuntamento col gol spedendo la sfera a lato di un niente. I giallorossi colgono il frutto del loro forcing al 12′: bella azione di Ricci che dalla destra si libera e mette in area un assist perfetto per Terriaca, che dalla breve distanza non deve far altro che deviare in rete per il raddoppio della compagine ospite. Attorno al 20’ la Lazio ha da recriminare per un fallo di mano in area di Anastasio non ravvisato  dal direttore di gara tra le proteste dei giocatori biancocelesti. Alla mezz’ora, però, è ancora la Roma a proporsi in avanti con De Marco, che dal limite dell’area tenta la conclusione a giro di sinistro, ma il pallone sfiora l’incrocio dei pali e termina alto. E’ questo l’ultimo guizzo del match, che la squadra di Stramaccioni gestisce fino alla fine portando a casa questi 3 punti importanti contro una Lazio che nel primo tempo ha tentato di dire la sua, ma nella ripresa non è sembrata all’altezza degli avversari.